Gianluca Petrella

Gianluca Petrella con il progetto Cosmic Renaissance in scena alla 49esima edizione di Settembre al Borgo, festival diretto da Enzo Avitabile, venerdì 10 settembre.

Il trombonista e compositore pugliese, già al fianco di Jovanotti e di Enrico Rava, si esibirà al Teatro della Torre alle ore 21.30 (biglietti sold out) con il suo quintetto, nato dall’esperienza della Cosmic Band. Con Petrella (trombone, laptop, moog), ci saranno Mirco Rubegni (alla tromba), Blake Franchetto (al basso), Federico Scettri (batteria e laptop) e Simone Padovani (percussioni). Un eccellente quintetto che non si limita solo al jazz, ma esplora R&B, le profondità della black music e soprattutto l’elettronica.

PUBBLICITA'

Classe 1975, tra i più apprezzati musicisti italiani nel mondo, Gianluca Petrella ha collaborato con artisti di fama internazionale dando vita a lavori trasversali, dalla sperimentazione al mainstream. Ha inciso e pubblicato lavori per grandi label come ECM Records, Blue Note, !k7, Ninja Tune e dato vita a una sua etichetta, la Spacebone Records. In oltre 20 anni si è esibito sui palchi dei principali club e festival del mondo, da Montreal a Toronto, passando per Tokyo, Rio de Janeiro, Buenos Aires, Parigi, Londra e New Orleans.

Cosmic Renaissance è uno dei suoi più riusciti progetti, ispirato alla musica di Sun Ra, col quale ha già inciso tre lavori. Un progetto in cui il trombonista, da sempre refrattario alle etichette, veste di nuovo i panni dello skipper intergalattico per turisti degli altri pianeti. Dando vita a un concerto sorprendente, difficilmente etichettabile, tra ricerca e contaminazione.

PUBBLICITA'

Oltre alla musica in programma a Casertavecchia il 10 settembre diversi eventi trasversali. Per la rassegna la Mezzasera, in cartellone alle ore 19 le fiabe, i racconti e le storie popolari casertane di Augusto Ferraiuolo, in scena a Palazzo Masella a Casola.

LEGGI ANCHE  Napoli, arrestato carabiniere: si collegava dalla caserma ai siti pedopornografici

Per la rassegna “Un Borgo di Libri” a cura di Luigi Ferraiuolo, in piazza Duomo alle 19 Giorgio Agnisola, dialoga con Maria Adele Del Vecchio e Maria Carmela Masi, modera Maria Teresa Perrotta. Alle 20, invece, Antimo Cesaro dialoga con Marianna Pignata e Antonio Tisci.

PUBBLICITA'

Spazio anche alla wine talk experience “Calici al Borgo”, dedicata ai grandi vini casertani con due sessioni a numero chiuso (alle 19 e alle 20) che vedranno protagonisti sommelier, i produttori vitivinicoli del consorzio Vitica e i rappresentanti dell’AIS Caserta.

Non mancheranno le mostre e le esposizioni: “I miei occhi raccontano”, è il titolo della personale del fotografo casertano Ciro Santangelo allestita negli spazi della Chiesa dell’Annunziata. In cartellone anche “Dialoguefive” a cura di Maurizio Esposito all’antica dimora Santa Maria del Pozzo di Pozzovetere, la mostra fotografica “Africa del Nord” di Patrizia Posillipo presso il Duomo di Casertavecchia e “Volti e storie di Caserta Antica” allestita al Boutique Hotel Palazzo dei Vescovi e realizzata grazie al contest 2020 promosso dal festival.

Per accedere ai concerti in programma al Teatro della Torre è necessaria la prenotazione del posto su Eventbrite. L’accesso ai concerti è consentito agli spettatori in possesso del Green Pass o con il tampone negativo eseguito non oltre le 48 ore precedenti l’evento.


Altro Musica

Google News


Ti potrebbe interessare..