Cesaro, Salvini: ‘Leggerò le carte in Parlamento, ma lontano da lui’

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Non do valutazioni giudiziarie, ma politicamente sono lontano da Cesaro”, afferma Salvini a Caserta in occasione della presentazione delle liste a sostegno di Zinzi

In occasione delle ultime Regionali chiesi liste pulite, lascio alla magistratura i giudizi. Io sono contento delle nostre liste”, ha affermato il leader della Lega Matteo Salvini rispondendo a Caserta, dove è intervenuto all’iniziativa di presentazione delle liste a sostegno del candidato sindaco della Lega Gianpiero Zinzi, ad una domanda sulla vicenda del senatore di Forza Italia Luigi Cesaro, indagato per concorso esterno in camorra nell’ambito di un’indagine della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli.

Nei confronti di Cesaro è stata inviata al Senato, da parte del Gip del tribunale di Napoli, una richiesta di autorizzazione a procedere per eseguire un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. “Quando potrò leggere le carte – prosegue Salvini – sceglierò, a differenza della sinistra che senza neanche leggere gli atti mi ha mandato a processo. Non do valutazioni giudiziarie, ma politicamente sono lontano da Cesaro”.






LEGGI ANCHE

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE