La ministra Bonetti: “Colf e badanti senza green pass vanno sospesi”

SULLO STESSO ARGOMENTO

“La famiglia dovra’ comportarsi come qualsiasi altro datore di lavoro. Entro il 15 ottobre ha l’obbligo di farsi carico di verificare che la persona che lavora in casa sia dotata di Green pass”.

A dirlo Elena Bonetti, ministra per le Pari opportunita’ e la famiglia in un’intervista a ‘Il Messaggero’. “Si tratta di una misura di protezione e di tutela nei confronti dei familiari e degli stessi lavoratori – sottolinea Bonetti – usciranno a riguardo delle linee guida, ma e’ chiaro che in casa valgono le stesse regole degli altri luoghi di lavoro. Nel caso ci sia un rifiuto di ottemperare all’obbligo del Green pass, la famiglia ha lo strumento per poter sospendere il collaboratore domestico, la badante o la baby-sitter, come e’ previsto per tutti gli altri lavoratori”.

E alla domanda se saranno reintrodotti i congedi straordinari Covid per i genitori costretti a restare a casa con i figli, la ministra spiega: “Come governo ci stiamo attrezzando per reintrodurre eventuali sistemi di supporto normativo per i genitori che devono rimanere a casa nel caso della quarantena dei figli, come i congedi Covid straordinari per madri e padri con figli fino ai 14 anni retribuiti al 50%. Si tratta di definire la formulazione tecnica e la copertura finanziaria”.

    E in merito alle quarantene delle classi dice: “Ho chiesto una revisione della regole delle quarantene per i vaccinati che hanno avuto contatti stretti con un contagiato. Penso agli insegnanti con doppia vaccinazione per i quali la quarantena di 7 giorni potrebbe essere ridotta o sostituita con altri strumenti, come il tampone. Stiamo aspettando il parere del Cts, eventuali nuove procedure dovranno essere validate dalla scienza ma alla politica compete l’organizzazione”. 

    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: In calo il contagio Covid in Italia con 3.838 casi nelle ultime 24 ore



    Torna alla Home

    telegram

    LIVE NEWS

    A Caivano cocaina e crack nelle cassetto delle posate: arrestato pusher

    Caivano.Il pusher nei cassetti della cucina al posto delle posate aveva due borse piene di droga. Lo hanno scoperto i carabinieri della locale compagnia che tenevano d'occhio il giovane e  hanno seguito fino a via Garibaldi per poi fermarlo e perquisirlo. https://www.cronachedellacampania.it/wp-content/uploads/2024/05/Caivano-sequeswtro-droga.mp4 In manette è finito il 29enne Giovanni Cipolletti, di...

    Maria Mazzotta incanta l’Auditorium Novecento di Napoli

    Venerdì 24 maggio i riflettori dell'Auditorium Novecento di Napoli (via Enrico de Marinis, 4 - start 21h30) si accenderanno per il concerto di Maria Mazzotta, tra le più apprezzate interpreti della world music italiana. Unione di Tradizione e Modernità L’interpretazione viscerale di Maria Mazzotta incontra le sonorità elettriche del post...

    CRONACA NAPOLI