stesa a Pianura

Lo scontro in atto tra il gruppo dei Carillo e dei Calone ha portato all’ennesima stesa a Pianura poco dopo le 19 di ieri

______________________________

Stesa a Pianura all’ora del passeggio e davanti alla gente.

Gli agenti del commissariato di Pianura stanno cercando di fare luce su quanto accaduto nel pomeriggio di ieri con l’ennesima stesa a Pianura. E’ accaduto in via Cannavino considerato il fortino del presunto boss Antonio Carillo.

dalle indagini è emerso che a fare fuoco sono stati in quattro in sella due scooter. Arrivati all’altezza del civico 6 hanno cominciato ad esplodere colpi di pistola all’indirizzo o dell’edificio. C’è stato un fuggi fuggi generale, gente che si è riparato dietro le auto in sosta altri invece si sono intrufolati negli edifici e nei negozi.

Quando sono arrivati gli agenti del commissariato di polizia, allertati da alcune telefonate dei cittadini impauriti, per fortuna non hanno trovato persone ferite ma hanno repertato sul posto  sei bossoli calibro 9.

LEGGI ANCHE  Coronavirus,mini zona rossa attorno al Castello de La Sonrisa

Gli investigatori ritengono che la stesa a Pianura della prima serata di ieri sia solo l’ennesimo capitolo dello scontro in atto da alcuni mesi tra i Carillo e il gruppo dei Calone-Marsicano-Esposito.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Ucciso per errore dalla camorra, i familiari: “Diteci chi lo ha ucciso”

Lo scontro sta andando avanti da mesi a colpi di stese e di agguati. Gli investigatori ritengono che il controllo delle piazze di spaccio abbia determinato la frizione tra le due fazioni. Ora attraverso la visione delle immagini delle telecamere pubbliche e private della zona della sparatoria gli investigatori sperano di avere elementi utili a dare un nome e un volto agli autori dell’ennesima stesa a Pianura.

 


Di Redazione



Ti potrebbe interessare..