Napoli, arrestati trasfertisti dei furti: 68 compiuti o tentati

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli, arrestati trasfertisti dei furti: 68 compiuti o tentati. Valore della refurtiva oltre i 300 mila euro

Sessantotto furti, consumati o tentati tra dicembre e marzo in diverse località della provincia di Terni, tra ristoranti, capannoni industriali, negozi e palestre, fino ad una scuola elementare: è quanto contesta la squadra mobile ternana a due cittadini romeni, entrambi domiciliati a Napoli, arrestati in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

I due, già inquisiti in passato per reati contro il patrimonio, sono un ventisettenne, fermato venerdì nel capoluogo campano, e un venticinquenne, rintracciato oggi dalla polizia alla frontiera di Ventimiglia (Imperia).

Un terzo indagato di 35 anni, destinatario dello stesso provvedimento, è attualmente ricercato. Nel corso delle indagini coordinate dal sostituto procuratore Camilla Coraggio – è stato detto in una conferenza stampa convocata in questura – è stato accertato che i due, considerati dei ‘trasfertisti’ in quanto senza legami con il territorio, hanno compiuto dei veri e propri raid, con furti commessi in rapida successione in orario notturno in attività vicine tra loro, alcune sprovviste dei sistemi di videosorveglianza. I due raggiungevano l’Umbria di sera, compivano i furti e nel corso della stessa nottata, nonostante il coprifuoco, facevano ritorno in Campania.

    arresto
    Foto archivio

    Ventisei i colpi messi a segno a Terni, 18 ad Amelia, 12 a Narni, cinque ciascuno a Orvieto e Fabro, cui si aggiungono – sempre secondo la polizia – altri due commessi a Potenza. Il valore complessivo della refurtiva, stando ad una prima stima, supera i 300 mila euro, tra strumenti tecnologici, automezzi, macchinari e denaro in contante.

    Tra i furti più ingenti uno da oltre 100 mila euro di bottino ai danni di una ditta di impianti tecnologici di Orvieto e un altro da circa 35 mila euro commesso a Fabro, dove sono state asportate anche 93 bottiglie di vini pregiati.

    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE Napoli: al Vomero intitolazione del Largo Mario Abbate

    Il furto alla scuola primaria è avvenuto invece ad Amelia: qui i presunti ladri hanno rubato un fondo cassa di poco piu’ di 200 euro in contanti.






    LEGGI ANCHE

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

    “Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

    "Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

    Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

    Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE