procuratore_filippelli_ospite_radiosiani (1)

Il procuratore Filippelli è stato minacciato in aula a Torre Annunziata da un boss

Radio Siani esprime solidarietà al Procuratore aggiunto Pierpaolo Filippelli: “Siamo tutti Pierpaolo Filippelli!”

Il procuratore è stato minacciato in aula a Torre Annunziata da un boss

Radio Siani – La radio della Legalità e la cooperativa sociale Giancarlo Siani, editrice della webradio che ha sede in un bene confiscato alla camorra nella città di Ercolano, esprime solidarietà al procuratore aggiunto Pierpaolo Filippelli dopo le minacce subite in aula a Torre Annunziata da parte di un boss.

Il vile atto intimidatorio è riconducibile al lavoro svolto dal procuratore nell’ambito del processo per l’omicidio Matilde Sorrentino, la “mamma coraggio” assassinata per aver denunciato un gruppo di pedofili che abusavano del figlio e non solo.

“Certe parole sono la paura e il terrore di una sconfitta, dell’imminente fine di un’epoca- si legge all’interno di una nota apparsa sul sito della Radio della Legalità-si è cercato di intimorire ancora una volta con la violenza delle parole il lavoro sincero e meticoloso svolto nel quotidiano dal Procuratore aggiunto Pierpaolo Filippelli.

Esprimiamo la nostra più sentita solidarietà all’amico Procuratore Pierpaolo- si legge sempre all’interno della nota dedicata al Procuratore- tutto questo proprio a Torre Annunziata dove recentemente si è verificato un gravissimo fatto di sangue, che ha mostrato ancora una volta l’arroganza e la barbarie tipica della camorra e che ha visto l’uccisione di una persona perbene, Maurizio Cerrato.

LEGGI ANCHE  Lockdown in Campania: scattano le prime proteste in strada

Il nostro sdegno e disprezzo per l’accaduto e la nostra vicinanza all’Uomo e al Magistrato che più di tutti- concludendo- ha saputo contribuire al riscatto della città di Ercolano rendendola un “modello” da imitare.”

Leggi anche qui


Di Regina Ada Scarico

Ti potrebbe interessare..

Altro Cultura