'Non chiamarle signorine': parte la campagna social dell'Asl Na2
Foto comunicato stampa

“Non chiamarle signorine”: parte la dell’Asl Na2 per sensibilizzare sul valore e le competenze dei .

L’ ha dato il via alla campagna di sensibilizzazione circa il riconoscimento delle competenze dei propri . La campagna di comunicazione fa seguito alle iniziative che l’Azienda porta avanti da tempo contro la violenza sugli operatori, contro la discriminazione di genere e a favore della valorizzazione delle giovani competenze.

“Abbiamo colto l’appello delle nostre giovani dottoresse in servizio presso il nostro centro vaccinale che chiedevano di non essere chiamate signorine facendo diventare il loro desiderio di riconoscimento delle competenze una campagna di sensibilizzazione aziendale – ha detto Antonio d’Amore, direttore generale dell’ – Il loro appello non era la rivendicazione di un titolo, ma il desiderio della valorizzazione delle competenze. Nei nostri centri vaccinali e presso i caselli tampone sono in servizio al momento circa 200 ; quasi tutti hanno meno di 40 anni, ma tutti hanno concluso un durissimo percorso di studi che ne attesta l’elevato livello di conoscenza. Come azienda abbiamo la responsabilità di valorizzare queste professionalità, sottolineando che le loro competenze esulano da sesso ed età. Si tratta di una battaglia culturale che come Azienda sanitaria sentiamo la necessità di fare nostra”.

La campagna di comunicazione dell’Asl Napoli 2 Nord si avvarrà della comunicazione dei social aziendali e si articolerà su affissioni all’interno dei centri vaccinali aziendali che vedono transitare oltre 10mila persone ogni giorno.

Leggi anche qui



Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..