Napoli Afragola: il parcheggio si paga con il telepass

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli Afragola: il parcheggio si paga con il telepass

Il servizio di pagamento del parcheggio in struttura di Telepass è approdato al Parcheggio della stazione di Napoli Afragola in via Arena ad Afragola: è ora possibile, tramite il dispositivo Telepass, entrare e uscire dal parcheggio della struttura senza biglietto, né fila alla cassa e contanti.

Il servizio è stato reso disponibile grazie alla partnership con Metropark S.p.a. (Gruppo FS Italiane), con cui Telepass ha avviato una collaborazione che ha portato all’attivazione dei pagamenti in struttura tramite dispositivo Telepass in oltre 20 parcheggi situati nei pressi delle principali stazioni d’Italia.

L’innovativo sistema consente di accedere in maniera semplice ai parcheggi convenzionati tramite il dispositivo Telepass così come avviene in autostrada: sarà necessario solamente individuare le corsie, identificate da apposita segnaletica Telepass, in entrata e in uscita dalle strutture, e attendere che, dopo il beep, la sbarra si alzi per ripartire senza fermarsi a pagare alla cassa. Comodità, velocità, ma anche sicurezza: infatti, soprattutto nel periodo che stiamo vivendo ora, il servizio Parcheggi permette di evitare assembramenti alle casse e l’utilizzo di denaro contante.

    Chiunque sia in possesso di un dispositivo Telepass potrà avere accesso ai parcheggi convenzionati e l’importo della sosta sarà addebitato sul conto Telepass senza costi aggiuntivi secondo le modalità previste dal proprio contratto.

    È possibile, inoltre, scaricando l’app Telepass, fare la propria nota spese accedendo all’archivio delle soste presente in app.

    “Con l’avvio del servizio presso il Parcheggio Napoli Afragola, Telepass raggiunge un altro importante traguardo grazie alla proficua collaborazione con la società Metropark S.p.a. – ha dichiarato Pietro Cereda, Chief Consumer Officer di Telepass – La struttura si aggiunge agli oltre 250 parcheggi negli aeroporti, stazioni, ospedali, centri urbani e fiere su tutto il territorio italiano dove il servizio è già attivo. Nello scenario attuale, la sfida di Telepass è offrire una rete di servizi che diano alle persone la possibilità di muoversi in libertà, in modo integrato, sicuro e sostenibile.

    Il pagamento dei parcheggi in struttura è solo uno dei numerosi servizi offerti da Telepass nell’ambito della filosofia Safe&Clean adottata dal Gruppo con l’obiettivo di offrire ai propri clienti una piattaforma sempre più completa di servizi digitali per la mobilità, per garantire il risparmio di tempo e la massima sicurezza in termini di riduzione delle occasioni di contatto grazie alla sua natura cashless, nel rispetto dell’ambiente. Grazie al dispositivo Telepass, ad esempio, è possibile accedere direttamente all’Area C di Milano o acquistare il biglietto per lo Stretto di Messina senza scendere dall’auto.






    LEGGI ANCHE

    Aversa: la cantante neomelodica Fabiana incontra gli studenti per parlare di amore e del suo controverso successo

    La cantante neomelodica Fabiana, al centro di una polemica nazionale per la canzone "Malessere" che inneggia all'uomo geloso e prepotente, parlerà di amore con...

    Messaggi in rete: “Borrelli è grave”, ma è una Fake news. Il deputato: “Sto benissimo”

    La diffusione di un messaggio vocale da una chat all'altra nel pomeriggio di oggi ha generato preoccupazione. Una voce maschile annunciava che il deputato napoletano...

    Napoli, vede la polizia e cerca di inghiottire le dosi: arrestato a Porta Capuana

    Durante i servizi predisposti dalla Polizia di Stato, i Falchi della Squadra Mobile hanno individuato un individuo che stava per cedere droga a due...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE