. Un fondo privato era stato trasformato in discarica di rifiuti speciali.

Nell’ambito di un ampio piano di monitoraggio del territorio disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Napoli per il contrasto ai reati ambientali, i militari della Stazione di , in collaborazione con i colleghi Forestali della Stazione di Castellammare di Stabia, nel suggestivo contesto paesistico dell’area collinare del tranquillo comune costiero hanno individuato e sequestrato una discarica a cielo aperto di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: ‘Filippo vive’, Afragola piange il 19enne stroncato dal covid

L’intervento, predisposto anche grazie alla segnalazione di siti sospetti attraverso lo screening aereo fatto dal Nucleo Elicotteri dell’Arma, ha riguardato l’accesso in un fondo di proprietà privata raggiungibile solo a piedi, all’interno del quale gli operanti hanno rinvenuto una discarica a cielo aperto estesa circa 200 mq. , , , ecc, scaricati illegalmente e ammassati nell’ accanto a un edificio in disuso da tempo. I militari hanno messo i sigilli attorno alla superficie interessata e riferito alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, sotto il cui coordinamento proseguono le indagini per risalire ai responsabili.

Continueranno le verifiche da parte dei carabinieri su tutto il territorio costiero per contrastare le varie forme di violazioni ambientali.



Cronache Tv



Altro Cronaca

Ti potrebbe interessare..