Una proposta informativa sull’utilizzo critico, sicuro e consapevole del digitale e della comunicazione mobile

Per maggiori informazioni e per registrarti per il primo incontro di presentazione, visita www.informa-giovani.net/

Il ciclo di “Prima di dire ” è organizzato dall’ per realizzare un percorso di formazione, rivolto ad adulti (ma nei prossimi mesi ne sarà organizzato uno per adolescenti), su diversi aspetti della realtà degli strumenti di comunicazione digitale e mobile, la cui diffusione è sempre più pervasiva.
Gli incontri, che si svolgeranno una volta a settimana online, dureranno circa un’ora. Soltanto il primo avrà una durata più lunga, di circa due ore, e servirà per introdurre in modo organico i diversi temi che saranno poi affrontati negli incontri successivi.
Ciascun incontro affronterà uno o due temi specifici, con linguaggio e strumenti accessibili a tutti, facilitando la comprensione e la conoscenza di strumenti, metodi e terminologie tecniche. Vi sarà spazio e tempo per le domande dei partecipanti e, soprattutto, per dare spunti e strumenti da mettere in pratica per adottare precauzioni per un utilizzo più sicuro delle nuove tecnologie. I temi che saranno trattati durante i diversi incontri e presentati sommariamente durante il primo incontro sono:

Privacy, safety e security online. Web, deep-web, dark-web. Facciamo un po’ di chiarezza

Infodemia, iperproduzione di dati, calo dell’attenzione

Raccolta, analisi e utilizzo dei dati online e offline. Tutti gli strumenti per estrarre informazioni su di noi: cookies, app, pixels, ACR, watermarks e altre “diavolerie”

Dalla pertinenza alla predizione: intelligenza artificiale applicata al web

La bolla filtrante e il tribalismo digitale
La costruzione della dipendenza digitale. Strumenti tecnici e aspetti psicologici

Fake-news e manipolazione intenzionale

Femtech: datamining e genere femminile

Discorsi d’odio, cyber-bullismo, cyber-misoginia, violenza online

Dipendenze digitali: aspetti psicologici fra vita online e offline

Dipendenze digitali: conseguenze sui processi di apprendimento

Dipendenze digitali e conseguenze psico-fisiche: autolesionismo, vamping, ecc.

Tutela della privacy e disintossicazione digitale, aspetti legali e tecnici

Strumenti di autodifesa: VPN, Ad-blocker, tracker-blocker (e altre “diavolerie”)

Disintossicazione digitale, aspetti psicologici/pedagogici

Il primo incontro sarà gratuito e aperto a tutti, mentre per i 10 successivi sarà richiesto un piccolo contributo e il numero massimo di partecipanti sarà limitato a 50.

Per maggiori informazioni e per registrarti per il primo incontro di presentazione, visita www.informa-giovani.net/like

Leggi anche qui



Cronache Tv



Altro Cultura

Ti potrebbe interessare..