‘il seme della lettura’



“Parole in circolazione – LiberiAmo la Cultura” sarà live venerdì 26 marzo con l’evento online “Il seme della lettura”.

La serie di eventi culturali, di cui fa parte questa iniziativa, è promossa dall’Associazione Italiana Biblioteche, Sezione Campania, in collaborazione con AIE, ALI e Mezzocannone 8- Polo della Cultura nonché con il sostegno del Garante dei Diritti dei Detenuti della Regione Campania, il dottor Ciambriello.

Al centro della presentazione virtuale ci saranno i temi legati all’educazione alla lettura, alla promozione della cultura, all’impulso all’attività delle biblioteche, alla loro valorizzazione e all’importanza dei libri in un momento storico come quello attuale.

ADS

La cultura, nelle sue ampie declinazioni quale può essere appunto la lettura e l’amore per i libri, va difesa sempre, essendo uno strumento di trasmissione di valori ma soprattutto di educazione e formazione.

“Il seme della lettura” sarà un evento dai tratti distintivi, ci sarà un ospite d’eccezione, , presidente della Fondazione A’ Voc d’è creature, una realtà che da anni opera contro la dispersione scolastica, la devianza dei minori ed a sostegno della crescita e dell’educazione di certe categorie di giovani.

La dottoressa Maria Pia Cacace, bibliotecaria e presidente della Sezione Campania dell’Associazione Italiana Biblioteca, è orgogliosa di mettere in piedi una vera e propria piazza di discussione su temi legati alla promozione della lettura.

LEGGI ANCHE  Campobasso, denunciate due donne napoletane specializzate nelle truffe assicurative on line

La Fondazione è impegnata anche in un’attività di contrasto alla camorra. è una personalità di rilievo, nota sul panorama campano, conosciuto per essere giornalista, presbitero e saggista.

Il segno di riconoscimento di Merola è sicuramente il suo forte spirito di aiuto verso le categorie maggiormente disagiate di giovani a cui si rivolge con dedizione. Note sono le sue attività di recupero.

L’evento

Nell’evento online che si terrà il 26 marzo alle ore 17: “Ci sarà un dialogo a due”, ha spiegato la dottoressa Maria Pia Cacace, “Conosceremo in maniera intensa la forza e l’impegno di che, da anni, si batte per il recupero dei giovani che sono nati e cresciuti in quartieri difficili. I nostri spettatori potranno decidere di intervenire e porre domande”, ha sottolineato la presidente, “Le protagoniste saranno le parole e le storie che, messe in circolazione, possono veicolare messaggi importanti e gettare le basi per la costruzione di valori sani”, ha concluso la presidente.
Il supporto tecnico ed organizzativo sarà del dott. Remo Rivelli, bibliotecario e membro Cer dell’AIB Campania.

Leggi anche qui



Ho lavorato per oltre 15 anni nel mondo del teatro e dello spettacolo in generale e ho avuto esperienze molto lunghe in qualità di amministratrice e coordinatrice di compagnia in spettacoli complessi, con numerosi attori e personale. Ho curato, sempre nell’ambito delle compagnie teatrali e anche nell’ambito più generale dell’organizzazione di eventi, sia i rapporti con Enti e soggetti terzi sia quelli con la stampa e il mondo dei mass media, avendo gestito più volte in piena autonomia l’ufficio stampa in occasione di spettacoli, rassegne, mostre ed eventi

Scafati, stazione elettrica: Russo chiede chiarezza sul progetto

Notizia precedente

Napoli, protesta dei lavoratori dello spettacolo al Teatro Mercadante

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..