Frana di Amalfi: sequestrata l’area interessata dal crollo

SULLO STESSO ARGOMENTO

I carabinieri della Compagnia di Amalfi hanno eseguito un provvedimento di sequestro dell’area interessata dalla frana caduta martedi’ scorso sulla strada statale 163 Amalfitana.

Al momento non risultano persone iscritte nel registro degli indagati. Ma la Procura di SALERNO, che ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di disastro colposo, ha nominato custode giudiziario il sindaco di Amalfi, Daniele Milano. Con il sequestro dell’area potranno essere terminati i lavori di somma urgenza avviati in questi giorni. I successivi interventi, invece, dovranno essere autorizzati dalla Procura. Gia’ all’indomani del cedimento del costone il perito di parte aveva effettuato un primo sopralluogo, accompagnato dai militari agli ordini del capitano Umberto D’Angelantonio.

Gli inquirenti ora vaglieranno tutte le possibili cause, verificando se ci siano responsabilita’ in capo a terzi. In mattinata si era svolto un incontro presso il Genio Civile di SALERNO, al termine del quale era stato indicato un termine di 90 giorni per il completamento dei lavori e il ripristino della viabilita’ lungo la statale 163 Amalfitana, considerato che al momento la Costiera e’ spezzata in due parti all’altezza di Amalfi.







LEGGI ANCHE

Torre del Greco, sequestro beni a revisore contabile: omessa dichiarazione

Nel contesto di un'operazione condotta dal Gruppo della Guardia di Finanza di Torre Annunziata, è stato eseguito un sequestro preventivo di 333.421,03 euro nei confronti di un revisore contabile con studio a Torre del Greco. L'azione è stata autorizzata dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura della Repubblica. Le accuse a carico del revisore contabile includono dichiarazioni infedeli e omissioni di dichiarazione. L'indagine condotta dalla Compagnia della Guardia...

‘Un Fantasma a Napoli’, presentazione del nuovo romanzo di Carlo Animato alla Feltrinelli di Piazza dei Mart...

Il prossimo mercoledì, alle 18, presso la libreria Feltrinelli di Piazza dei Martiri, verrà presentato il romanzo "Un fantasma in pretura, ovvero l’anno in cui a Napoli sfrattarono l’Aldilà" dell'autore Carlo Animato. Il libro narra di un caso singolare realmente accaduto agli inizi del XX secolo, riguardante una presunta infestazione paranormale in un antico palazzo dei Quartieri Spagnoli a Napoli. La vicenda, che coinvolse preti, autorità e giornalisti, si concluse con un processo in tribunale...

Sequestro immobili abusivi a Castellabate e Montecorice

I Carabinieri del Nucleo Parco di Castellabate hanno proceduto al sequestro di un manufatto destinato ad abitazione, situato in un'area di particolare valore ambientale all'interno della perimetrazione definitiva del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni. Il manufatto, ottenuto dalla chiusura di una tettoia in legno priva di regolare autorizzazione edilizia, consiste in una struttura di circa 8,20 metri per 4,30 metri, realizzata con blocchi di calcestruzzo, suddivisa internamente e coperta con pannelli...

Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE