Turista inglese stuprata a Meta: condanne dimezzate

SULLO STESSO ARGOMENTO

Dimezzate le pene per i cinque ex dipendenti dell’hotel Alimuri di Meta, accusati di stupro ai danni di una turista inglese: in appello cade l’aggravante della somministrazione di droghe.

Secondo i giudici della quinta sezione penale della Corte d’Appello di Napoli la cinquantenne del Kent, Mary, fu stuprata dal branco ma non fu drogata, o almeno non ci sono prove che sia stata drogata. E per questo che hanno confermato le accuse di violenza di gruppo, ma non hanno ritenuto di poter confermare che la vittima, al momento della violenza, fosse sotto effetto di sostanze stupefacenti. Le motivazioni che hanno indotto i giudici a tale decisioni e che ha comportato addirittura uno sconto di pena, saranno note tra 90 giorni.

Quindi sono arrivati gli sconto di pena per Gennaro Davide Gargiulo condannato in primo grado a 9 anni di reclusione, ne dovrà scontare quattro di anni e otto mesi. Per Antonino Miniero, Fabio De Virgilio e Francesco Ciro D’Antonio la condanna in appello risulta dimezzata da otto a quattro anni di reclusione. Per Raffaele Regio, infine, condannato in primo grado a quattro, ora ne dovrà scontare tre.

Nella ricostruzione dei fatti, si è innestato un dubbio non di certo secondario, sostenuto dall’accusa durante tutto il dibattimento: Mary aveva raccontato di avere ricordi non completi di quella notte, sintomi che richiamavano a un possibile consumo della cosiddetta droga dello stupro (ghb), che amplifica i suoi effetti se assunta insieme a massicce dosi di alcool.

    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: La turista inglese faccia a faccia col branco: ‘Sono stati loro a violentarmi’

    ‘Ma quale stupro di gruppo? La signora era consenziente’ la difesa dei giovani accusati dalla turista inglese

    Questa tesi venne accolta dai giudici di primo grado, anche se non esisteva la certezza scientifica della presenza di droga se non, in parte, riscontrata dall’esame del capello che però non dà una data certa. In secondo grado invece, è passata la tesi difensiva e, dunque, la concessione agli imputati delle attenuanti generiche.

    Gli imputati, sebbene siano stati ritenuti ugualmente responsabili della violenza sessuale di gruppo ai danni di Mary, in vacanza nella Penisola sorrentina insieme alla figlia 25enne, già nella prossima estate potrebbero ritornare liberi in quanto detenuti da maggio 2018.

     






    LEGGI ANCHE

    Vietato ascoltare Radio Radicale al 41bis: denuncia di un detenuto

    Si parla molto delle normative penitenziarie europee che tutti i paesi devono rispettare. Onestamente, l'Italia dovrebbe fare lo stesso. Potrei elencare un numero infinito di violazioni di queste regole europee relativamente alla detenzione, ma mi trovo in regime di 41 bis e a nessuno sembra importare. Un detenuto incarcerato con il restringente regime 41bis lamenta nella missiva inviata a Roberto Giachetti, deputato di Italia Viva, la sua impossibilità di iscriversi all'associazione Nessuno tocchi Caino, nonché...

    Castellammare, Dino De Angelis, e “Il caso Tenco” andato in scena al Teatro Stabile Santa Filomena

    “Il caso Tenco”, uno spettacolo di Dino De Angelis, narratore e scrittore lucano, è andato in scena sabato 2 e domenica 3 marzo presso il Teatro Stabile Santa Filomena di Castellammare di Stabia, nell’ambito della rassegna 2024. L’autore, supportato da immagini e filmati dell’epoca, con una potente narrazione durata circa due ore, ha coinvolto emotivamente il folto pubblico presente, attraversando la tormentata vita di Luigi Tenco fino al tragico epilogo avvenuto il 27 gennaio 1967,...

    Giallo sulla spiaggia di Capaccio: resti di un piede umano trovati da un turista

    Giallo a Capaccio Paestum, dove ieri mattina sulla spiaggia di Licinella, è stato fatto il macabro ritrovamento di resti ossei in riva al mare. Un turista tedesco, mentre passeggiava sulla battigia con il proprio cane, ha scoperto parte della tibia destra e un piede, molto probabilmente appartenenti a un uomo. E' scattato subito l'allarme e l'arrivo dei carabinieri della sezione scientifica che hanno prelevato il pezzo di piede. È difficile stabilire da quanto tempo i resti...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE