Seguici sui Social

Area Flegrea

Nuovo sciame sismico a Pozzuoli: paura tra la popolazione

PUBBLICITA

Pubblicato

il



Nuovo sciame sismico a Pozzuoli: paura tra la popolazione.

Una scossa di terremoto dimagnitudo 1.7, ipocentro a 590 metri di profondita’ ed epicentro nell’area della Solfatara, il vulcano di Pozzuoli. L’anno avvertita alle 10,18 di questa mattina nitidamente i residenti della zona collinare e del centro storico del comune dell’area flegrea. L’evento e’ stato anticipato da altri due movimenti tellurici, preceduti da boati, a distanza di 24 secondi l’uno dall’altro, il primo di magnitudo 1.0 con profondita’ 1.260 metri, e il secondo di magnitudo 0.3, anche questo superficiale ad 820 metri di profondita’.

LEGGI ANCHE  De Luca: 'Mi sono vaccinato facciamolo tutti'

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Osservatorio Vesuviano su terremoto di Pozzuoli nessun pericolo

Uno sciame sismico che ha preoccupato non poco gli abitanti. Nel corso della notte scorsa, a partire dalla mezzanotte, erano stati registrati dai sismografi dell’Osservatorio Vesuviano altri 5 eventi tellurici di bassa intensita’ con profondita’ massima 2,04 km e tutti sull’asse Solfatara-Agnano Pisciarelli. Da settimana l’area e’ interessata da scosse e questo ha generato preoccupazione nei residenti.


Continua a leggere
Pubblicità

Area Flegrea

Bacoli, uccise il compagno della madre: resta in carcere il 30enne

Pubblicato

il

Bacoli, uccise il compagno della madre: resta in carcere il 30enne.

Oggi infatti il gip presso il Tribunale di Napoli ha applicato la misura cautelare in carcere a seguito di convalida del decreto di fermo di indiziato di delitto emesso nei confronti di  Danilo Illiano, 30enne di Bacoli, ritenuto responsabile dell’omicidio di Luciano Caronte, 60enne, compagno della propria madre.


Il giovane, indagato in ordine ai fatti avvenuti nel pomeriggio dello scorso lunedì 11 gennaio, allorquando, all’interno dell’abitazione di Bacoli, per ragioni riconducibili ad una situazione di conflittualità dovuta al legame con la madre di cui era geloso, non tollerando la relazione tra i due, avrebbe colpito al petto Luciano Caronte con un coltello da cucina, cagionandone la morte.

LEGGI ANCHE  De Luca: 'I cittadini campani riceveranno una card di avvenuta vaccinazione'


Le immediate investigazioni condotte dai carabinieri della Compagnia di Pozzuoli, dirette dalla Dott.ssa Barbara Aprea, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli appartenente alla IV sezione fasce deboli coordinata dal Procuratore Aggiunto Dott. Raffaello Falcone, hanno consentito di raccogliere plurimi, circostanziati e concordanti indizi di reità in capo al fermato, il quale in sede di interrogatorio si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Continua a leggere

Le Notizie più lette