I murales di Giancarlo Siani a Napoli cancellati ed abbandonati al degrado

Europa Verde:” Mentre le opere dedicate ai criminali vengono tutelate, quelle degli eroi e delle vittime vengono dimenticate ed oltraggiate

google news
foto da facebook

I murales di Giancarlo Siani a Napoli cancellati ed abbandonati al degrado. Europa Verde:” Mentre le opere dedicate ai criminali vengono tutelate, quelle degli eroi e delle vittime vengono dimenticate ed oltraggiate. Ci stiamo attivando per far realizzare un nuovo murale per Siani, vogliamo lanciare messaggi di legalità.”

Mentre a Napoli sono stati consentiti ed ancora resistono murales ed altari dedicati alla criminalità, nel cortile dell’istituto Aristide Gabelli è stato cancellato, dapprima dalla pioggia e poi da una mano di vernice, come racconta Il Mattino, il murale pro-legalità dedicato a Giancarlo Siani realizzato nel 2016 dall’arista e docente Nicholas Tolosa insieme agli studenti.
Mentre, in via Vincenzo Romaniello, non distante dal luogo in cui viveva e in cui fu ucciso il giornalista, un altro murale dedicato a Siani, inaugurato ne 2016 e realizzato con prodotti ecologici, in un progetto curato dall’Osservatorio per la Creatività Urbana INWARD, è stato abbandonato e così il tempo e l’umidita lo hanno fortemente danneggiato.

“Sarebbe un bel segnale recuperare il murale di via Romaniello che è un ricordo di Giancarlo ed un messaggio di legalità. Le istituzioni devono sopprimere quegli atteggiamenti che possono dar vita al proliferare di una certa mentalità criminale e camorristica, c’è bisogno di messaggi che condannino fortemente l’illegalità e la criminalità e che promuovano e premino la legalità, le vittime e gli eroi della nostra città. Per la zona Vomero-Arenella chiediamo interventi decisi da parte della Municipalità atti a contrastare l’infiltrazione camorristica nel tessuto economico e sociale dell’area che ora è ad altissimo rischio a causa degli squarci creati dalla crisi covid.”- spiega Rino Nasti, consigliere di Europa Verde della Municipalità V.

LEGGI ANCHE  Terra dei fuochi, il sindaco di Giugliano: 'Sgomberare i campi rom'

“I murale dedicati alle vittime a gli eroi vengono cancellati, abbandonati e lasciati al degrado, mentre quelli che inneggiano alla criminalità vengono non solo consentiti ma anche in qualche modo promossi e tutelati. Si sta capovolgendo completamente la realtà e questo è il segnale di un preoccupantissimo dilagarsi della mentalità pro-camorra e pro-criminalità che è un invito per tutti i ragazzini che vivono situazioni difficili ad intraprendere la strada della delinquenza. Per aiutare davvero questi giovani, occorre indirizzarli verso la legalità ed il rispetto dei valori civili e delle vite umane attraverso anche gli giusti esempi, come può essere quello di Giancarlo Siani. Per lanciare un forte messaggio noi ci stiamo attivando per far sì che il murale di via Romaniello venga restaurato e per realizzare uno nuovo alla Gabelli.
Bisogna rimuovere le opere abusive che celebrano i criminali e realizzare e promuovere i volti della legalità”- ha concluso il Consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

In libreria la guida del Gambero Rosso ‘Street Food 2023’

Mappa nazionale aggiornata del cibo di strada con oltre 450 indirizzi

Traffico internazionale di droga dalla Campania e da Olanda e Belgio al Nord Italia: 38 arresti

Il traffico internazionale di droga era gestito da cittadini africani, kossovari e della Campania

Oroscopo oggi, previsioni segno per segno. Ariete fortunati oggi

Le previsioni dello zodiaco per il 30 settembre

Kimbo, presidio allo stabilimento di Melito

Flai-Cgil: “Approvare il bilancio e dare prospettive occupazionali ai lavoratori dello Kimbo a Melito"

IN PRIMO PIANO

Pubblicita