Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Napoli

Rapinano un turista inglese ai Decumani: arrestati in due. IL VIDEO

Pubblicato

il

rapina turista inglese


Rapinano un da 22mila euro a un che era in giro con la famiglia nella zona dei Decumani: arrestati in due.

 

Su delega della Procura della Repubblica di Napoli, la Polizia di Stato ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli,  nei confronti di SOMMA Massimo e FRATTASIO Vincenzo, di 29 e 28 anni,  gravemente indiziati di rapina aggravata in concorso avvenuta il 15 ottobre scorso a Napoli.

La misura cautelare compendia gli esiti di articolate indagini coordinate dalla Settima Sezione della Procura della Repubblica di Napoli, ed eseguite dalla locale Squadra Mobile a seguito della denuncia della vittima, un turista di nazionalità inglese.

L’attività investigativa, corredata dall’acquisizione e dall’analisi dei sistemi di video-sorveglianza presenti nell’area dell’evento criminoso, hanno consentito di ricostruire le fasi antecedenti e successive al reato, delineando il modus operandi dei rapinatori, uno quale esecutore materiale e l’altro quale autista dello scooter utilizzato per la fuga.

La vittima, in visita nella città di Napoli in compagnia della moglie e del figlio neonato è stata dapprima individuata nel centro storico e successivamente pedinata in ogni suo spostamento per circa 20 minuti sino al momento in cui, giunto in via Paladino, è stata bloccato dai rapinatori che si sono posti dinanzi al carrozzino in cui era adagiato il figlio e l’hanno aggredita al fine di strappargli dal polso con violenza un orologio  del valore di 22.000 euro. Nelle concitate fasi dell’evento delittuoso i coniugi inglesi sono stati malmenati riportando delle lesioni agli arti superiori giudicate guaribili in 7 giorni.

All’esito delle indagini il personale della Squadra Mobile ha recuperato la refurtiva che è stata riconsegnata alla parte offesa.


PUBBLICITA

Cronaca

Why Not, de Magistris condannato in sede civile per diffamazione

Pubblicato

il

why not de magistris condannato

Why Not, de Magistris condannato in sede civile per diffamazione.

Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, ex pm di Catanzaro, è stato condannato per diffamazione in sede civile dalla Corte d’Appello di Catanzaro. De Magistris era stato querelato dall’ex Gup distrettuale di Catanzaro, Abgail Mellace, e da suo marito, l’avvocato e imprenditore Maurizio Mottola d’Amato. L’ex pm di Catanzaro, la cui nota inchiesta “Why Not?” era stata svuotata di valenza probatoria proprio dal Gup Mellace, aveva infatti riportato sul suo blog due articoli contenenti frasi ritenute dai querelanti diffamatorie in quanto “false e parziali” e che riguardavano, fra l’altro, il coinvolgimento di Mottola, amministratore della società Impremed, nell’inchiesta “Splendor” condotta proprio a de Magistris.

Secondo Mottola, de Magistris, ad esempio, avrebbe omesso di riferire “l’esito” della vicenda processuale utilizzando espressioni “denigratorie e lesive della sua reputazione”. Il querelante, inoltre, ha precisato che l’ex pm non aveva nemmeno menzionato il fatto che la richiesta di misura cautelare era stata respinta dal Gip e che il processo, celebrato con rito abbreviato, si era concluso con l’assoluzione con formula piena. (Lro/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 23-NOV-20 20:43 NNNN

Continua a leggere

Le Notizie più lette