Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Campania

Da Eav provvedimenti a tutela di addetti e viaggiatori

Pubblicato

il

eav,provvedimenti a tutela di addetti e viaggiatori


 Il DPCM del 3 novembre 2020 ha disposto aggiornamenti delle misure di lotta al contagio per il Trasporto Pubblico locale ed adeguamenti dei posti offerti al pubblico, con coefficienti di riempimento dei mezzi non superiore al 50%.

L’ -l’holding dei trasporti della Regione Campania – ha reso noto seguito, tutti i operativi, sia del Trasporto Ferroviario che di quello Automobilistico, messi in campo, si spiega in una nota, a tutela della salute dei lavoratori e dei . Misure in comune I sono ammessi a bordo e nelle stazioni solo se indossano la mascherina. Laddove il personale aziendale dovesse rilevare la mancanza della mascherina da parte di uno o piu’ , dopo l’invito ad indossarla e alla mancata risposta, deve chiedere l’intervento delle forze dell’ordine attraverso i canali aziendali (Centrale Operativa Ferroviaria/Centrale Operativa Automobilistica/CNS). Trasporto Ferroviario Su tutti gli elettrotreni, a partire dal giorno 5 novembre, i posti a sedere verranno limitati al 50%; i posti non occupabili saranno identificati mediante appositi “markers” che saranno apposti secondo modalita’ operative gia’ precedentemente utilizzate. Il totale dei posti a sedere occupabili e dei posti in piedi ammessi non deve superare il 50% della capacita’ nominale. Verra’ indicato ai viaggiatori, nel rispetto della distanza interpersonale, di utilizzare i corridoi ed i vestiboli distribuendosi lungo gli stessi.

Il personale impegnato nelle stazioni e il personale di controlleria impiegato provvedera’ a fornire ai le alternative di viaggio predisposte su gomma (Pomigliano-NAPOLI, ErcolanoNapoli, Ottaviano-NAPOLI, Licola-Quarto-Pianura, Pianura-Soccavo-Mostra), al fine di alleggerire, ulteriormente, gli eventuali picchi di carico. Trasporto Automobilistico Sempre a partire dal 5 novembre, attraverso i soliti canali interni, si provvederanno a rimodulare, per ciascuna tipologia/dimensione di autobus, il numero dei massimo ammessi, tra seduti ed in piedi. Tale numero sara’ riportato su “Avvisi al Pubblico” predisposti su tutti gli autobus. I posti a sedere non occupabili saranno identificati mediante “markers”. Per entrambe le modalita’ di trasporto restano valide tutte le altre diposizioni emanate in materia di separazione fisica tra personale e , sospensione della vendita e controllo titoli a bordo, etc.

Servizi aggiuntivi su gomma a supporto del ferro Al fine di rinforzare le fasce orarie piu’ critiche a servizio dei pendolari sono predisposti servizi automobilistici aggiuntivi, dal lunedi’ al venerdi’, mediante affidamento a terzi (NCC), sulle direttrici ferroviarie caratterizzate da una maggiore affluenza pendolaristica, concentrata soprattutto nelle ore mattutine – dalle ore 6,30 alle ore 9,30 cosi’ organizzati: Linee Vesuviane Ottaviano – NAPOLI Porta Nolana (nuova) Ercolano – NAPOLI Porta Nolana (in corso dal 21/10 u.s.) Pomigliano d’Arco – NAPOLI Porta Nolana (in corso dal 20/10 u.s.) Linee Flegree Licola – Quarto – Pianura (nuova) Pianura – Soccavo – Mostra – Agnano (in corso dal 19/10 u.s.) Servizi aggiuntivi per la gomma Sono in corso, dal lunedi’ al sabato, i seguenti servizi aggiuntivi per la gomma: – servizi a Bacoli e Castellammare svolti da NCC – servizi a Ischia e Sorrento (mantenimento, in alcune fasce orarie, del servizio autunnale invece di quello invernale), svolti da Servizio di presenziamento stazioni Con riferimento ai servizi di cui al punto 4, verranno presenziate, negli stessi giorni, le stazioni di: Ottaviano; Ercolano; Pomigliano d’Arco; Licola e Pianura anche con personale di controlleria che avra’ il compito di indirizzare i flussi di utenza, fornendo ai le alternative di viaggio predisposte su gomma (Pomigliano-NAPOLI, Ercolano-NAPOLI, Ottaviano-NAPOLI, Licola-Quarto-Pianura, Pianura-Soccavo-Mostra), al fine di alleggerire, ulteriormente, gli eventuali picchi di carico Monitoraggio servizio Verra’ effettuato un monitoraggio dei servizi resi, sulla base del quale potranno essere affinate le azioni messe in campo e, ove necessario, integrarle con ulteriori azioni.

Continua a leggere
Pubblicità

Flash News

Covid, in Campania 2022 nuovi casi, 36 morti e 1583 guariti

Pubblicato

il

Covid,nuovi casi Campania
foto di repertorio

Covid, in Campania 2022 nuovi casi, 36 morti e 1583 guariti.

ì Sono 2.022 i nuovi casi di covid emersi nelle ultime 24 ore in Campania dall’analisi di 19.063 tamponi. La percentuale di tamponi positivi sul totale dei tamponi analizzati è pari al 10,6%. Dei 2.022 nuovi positivi, 161 sono i sintomatici e 1.861 sono gli asintomatici. Il totale dei positivi in Campania dall’inizio dell’emergenza sale a 153.693, mentre i tamponi complessivamente analizzati sono 1.571.873.

Nel bollettino odierno dell’Unità di crisi della Regione Campania sono inseriti 36 nuovi decessi, 11 dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e 25 deceduti in precedenza ma registrati ieri. Il totale dei deceduti in Campania dall’inizio dell’emergenza covid è 1.631. Sono 1.583 i nuovi guariti: il totale dei guariti è 47.276.

Continua a leggere

Attualità

Belen indossa le mascherine fatte dai detenuti casertani

Pubblicato

il

belen,mascherine,detenuti
foto da canale 5

Belen indossa le mascherine fatte dai detenuti casertani. I dispositivi realizzati nella casa circondariale “Uccella” arrivano alla finale di “Tù sì que vales”.

Le mascherine prodotte all’interno del carcere di Santa Maria Capua Vetere, per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne (celebrata mercoledì 25 novembre), arrivano a “Tù sì que vales”. I dispositivi di protezione individuale, realizzati dai detenuti dell’istituto penitenziario ‘Francesco Uccella’, sono stati indossati dai conduttori (Belén Rodríguez, Martìn Castrogiovanni e Alessio Sakara) e dai giudici (Maria De Filippi, Gerry Scotti, Rudy Zerbi, Teo Mammucari e Sabrina Ferilli) in occasione della finale del talent show in onda su Canale 5.

Le mascherine chirurgiche (nere con scritta rossa ‘Stop alla violenza sulle donne’) sono state realizzate a mano nella casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere nell’ambito dell’iniziativa ‘#Ricuciamo’, progetto nato dalla partnership fra il ministero della Giustizia-Dap e il commissario straordinario di governo per l’emergenza Covid-19, sottoscritto il 26 maggio scorso dal Guardasigilli Alfonso Bonafede e dal commissario Domenico Arcuri.

Sagomate e in tessuto, le mascherine sono state cucite da una decina di detenute del laboratorio sartoriale della sezione femminile dell’istituto, che dallo scorso mese di ottobre si sono appositamente dedicate alla produzione delle mascherine per celebrare la Giornata contro la violenza sulle donne.

Continua a leggere

Le Notizie più lette