Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Campania

Caos ospedali in Campania, il Codacons presenta esposto in Procura

Pubblicato

il

caos ospedali campania codacons


Sul caos ospedali che si sta registrano in queste ore in Campania, il Codacons presenterà domani un esposto alle Procure della Repubblica di Napoli, Salerno, Benevento, Avellino, Caserta, in cui si chiede di indagare i vertici regionali per le possibili fattispecie di abuso e omissioni di atti d’ufficio, e per concorso in epidemia.

Quanto sta avvenendo in questi giorni è assurdo e inaccettabile e dimostra la totale impreparazione dello Stato e delle Regioni nell’affrontare l’emergenza coronavirus – spiega il Codacons – Molti reparti di terapia intensiva stanno andando verso la saturazione dei posti letto, i pronto soccorso sono al collasso e le ambulanze devono attendere ore prima di poter dare in carico i pazienti. Una situazione di caos generale ancor più grave se si considera che il virus circola in Italia già da febbraio, e sono state stanziate nei mesi scorsi ingenti risorse in favore degli ospedali, sia pubbliche sia attraverso donazioni dei privati, così come sono stati richiamati medici in pensione e avviati bandi speciali per reperire personale sanitario.

Nonostante gli sforzi fatti, qualcosa non ha funzionato, come dimostra la situazione odierna di crisi delle strutture sanitarie della Campania.
Per tale motivo con l’esposto alle Procure il Codacons chiede alla magistratura di avviare indagini penali sul territorio di competenza, tese ad accertare ritardi, omissioni ed errori da parte dello Stato, della Regione Campania e dell’Assessorato regionale alla sanità, che abbiano contribuito a determinare le difficoltà che oggi caratterizzano gli ospedali, e se anche un solo cittadino non troverà posto nei reparti di terapia intensiva, scatterà una denuncia per concorso in omicidio colposo nei confronti degli organi pubblici – conclude il Codacons.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Campania

Monte Faito, prima location campana per gli smartworkers

Pubblicato

il

monte faito
Foto di repertorio

Da poche settimane è nata in Italia la prima piattaforma online per i 4 ML di smartworkers che, abbandonati i classici uffici in città, intendono lavorare in posti meravigliosi coniugando le proprie esigenze professionali con la voglia di conoscere, esplorare, scoprire il nostro meraviglioso Paese

Smartway è un progetto tutto italiano, una startup innovativa figlia del suo tempo, che vuole aiutare smart workers a cercare posti meravigliosi in cui vivere e lavorare. Tutto a misura di workers… e non semplice turista;per questo obiettivo sono state selezionate location straordinarie, proprietà coninternet veloce,tutto ciò che serve per il perfetto life/work balancing, solo partner che garantiscono almeno un 33% di sconto nei pernottamenti a fronte di soggiorni non “toccata e fuga” e trattamenti riservati nei servizi!In poche settimane, dalla Toscana alla Campania, passando per l’Umbria, e fino alla Calabria e la Puglia, abbiamo trovato decine di partners ed alleati pronti a scommettere su questa innovazione, che rivoluziona il modo di pensare al lavoro.Monte Faito diventa, grazie alle strutture di “Walk in the sky”, il primo “ufficio” all’aria aperta della Campania.“viviamo un momento di straordinaria emergenze, che ha messo in ginocchio settori interi della nostra economia, ma in tutte le crisi c’è sempre un momento di ripartenza, basta vederlo-afferma Nicola Corrado presidente dell’associazione Monte Faito1131mte strartupper stabiese di smartway”.

“Monte Faito è il posto ideale dove lavorare e godere le bellezze del territorio,abbiamo recuperato ville meravigliose che erano in stato di abbandono, immerse in un contesto naturalistico senza paragoni, tra alberi secolari e la vista del golfo di Napoli, abbiamo portato a1131mt la fibra ottica e siamo impegnati nel progetto del 5G, tutto questo può rendere Monte Faito il primo grande ufficio all’aria aperta della Campania-continua Corrado-per stare con la propria famiglia, lavorare e provare ad essere felici, in questo momento davvero triste” “Non dobbiamo pensare a Smartway come una piattaforma, database, un algoritmo-affermano Bernardino e Giacomo, gli startupper toscani ideatori della piattaforma-dobbiamo andare oltre, pensare Smartway come un contenitore dentro il quale far interagire/recitare tanti attori coinvolti. Non abbiamo difronte un prodotto da innovare, ma un sistema, Smartway vincerà se sarà brava a creare una community di:–host che, affittando già abitualmente, condividono il progetto Smartway ancor prima del tirar fuori la calcolatrice per vedere se è conveniente o meno rispetto agli abituali portali di utilizzo turistici;–fornitori di servizi ben utilizzabili durante il periodo di smartworking (food delivery, pranzi in osteria, noleggio auto, bici, vespe, sessioni di yoga, workshop fotografici, massaggi, esperienze locali…)–aziende che vedono in Smartway uno strumento per rendere brillante il loro attuale sistema di welfare aziendale… perchè no facendo anche un pò di sana brand awareness!–workers che, beneficiando di risparmi garantiti, vogliono visitare posti meravigliosi italiani godendo degli aspetti positivi/flessibili che lo smart working può dare.

https://www.smartway.work/listing/villa-walk-in-the-sky/

Cottage “Walk in the sky”

Continua a leggere

Benevento e Provincia

Benevento, Mastella richiude scuola dell’infanzia e primaria fino al 7 dicembre: troppi contagi

Pubblicato

il

mastella
Foto di repertorio

Benevento era tra le poche grandi città della Campania, insieme a Napoli, ad aver riaperto l’attività didattica in presenza negli asili e nelle prime classi della scuola elementare dopo il via libera della Regione.

“L’aumento della curva epidemiologica – spiega Mastella – registra dal 17 al 24 novembre un picco a Benevento e provincia del 35% di casi: 600 contagiati in una settimana sono tanti, se si pensa che Napoli ha avuto il 15%, Avellino il 10%, Caserta e Salerno il 20%. Allora doverosamente mi assumo la responsabilità di chiudere, invitando tutti ad evitare polemiche ingenerose ed ad essere responsabili e combattere assieme un nemico, il virus, che continua minacciosamente ad essere tra noi. La formula Rt che stabilisce la gradazione del contagio per Benevento è Rt 2,07, perciò il derby tra chi vuole le scuole chiuse e chi le vuole aperte non mi interessa. Mi interessano la sicurezza e la salute”, conclude Mastella. “

Continua a leggere

Le Notizie più lette