Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Attualità

Sgarbi a Venezia senza mascherina allo steward: ‘Faccio come voglio testa di ca…’

Pubblicato

in



al Festival di Venezia si è infuriato con il capo della sicurezza, che gli aveva chiesto di mettere la mascherina. Il noto critico d’arte, che ha una posizione critica verso l’obbligo di indossare i dispositivi di sicurezza, ha insultato l’uomo chiamandolo ‘Testa di ca…’.

Il capo della sicurezza del Festival di Venezia ha richiamato Vittorio Sgarbi perché non indossava la mascherina. Dopo le prime reticenze però, alla fine ha messo la mascherina che portava al collo, continuando a insultare l’organizzatore del sistema di sicurezza.È ancora fresca la polemica che ha investito il critico d’arte causata dall’attrice Sara Serraiocco, che lo ha invitato, sul palco e davanti a tutti, a rispettare le distanze di sicurezza.

Continua a leggere
Pubblicità

Attualità

SICUREZZA Anche la Polizia penitenziaria potrà fare multe stradali

Pubblicato

in

Raggiunto l’accordo con Poste Italiane per accedere al servizio integrato delle notifiche dei verbali per le violazioni al Codice della strada.

La Polizia penitenziaria ha firmato un accordo con Poste Italiane che le consentirà di accedere al servizio integrato delle notifiche.Ciò significa che potrà inviare i verbali per le violazioni al Codice della strada.; infatti già da anni aveva la possibiltà di fare contravvenzioni  ma finora mancava lo strumento per gestire la spedizione e la conservazione degli atti.

L’accordo con Poste Italiane prevede che  la Polizia Penitenziaria potrà utilizzare la piattaforma gestionale (denominata “Sin atti”) che offre la possibilità di gestire tutte le comunicazioni da spedire ai trasgressori, compresi gli incassi delle somme pagate.

Infine tramite il suo servizio di Polizia stradale già istituito e attivo potrà accedere alle banche dati per identificare i proprietari dei veicoli e gli autori delle violazioni, eseguire la decurtazione dei punti della patente e conservare, per il periodo previsto di 5 anni, le cartoline degli avvisi di ricevimento che provano le avvenute notifiche dei verbali.

FONTE

Continua a leggere



Coronavirus

Coronavirus, nuovo aumento del contagio in Italia: oggi 1786 e 23 morti

Pubblicato

in

coronavirus italia

Aumenta il numero di nuovi contagi da coronavirus in Italia. Nelle ultime 24 ore in Italia sono stati registrati 1.786 nuovi casi contro i 1.640 di ieri.

 

In aumento anche i tamponi che sono passati dai 103.696 di ieri ai 108.019 di oggi. I morti sono 23, con il totale delle vittime da inizio emergenza che arriva quindi a 35.781. Dal bollettino quotidiano del ministero della Salute si apprende inoltre che il totale dei dimessi/guariti e’ pari a 221.762 (+1.097), mentre il totale degli attualmente positivi sale a 46.780 (+666). Al momento sono 2.731 i ricoverati con sintomi, 73 in piu’ rispetto a ieri, mentre in terapia intensiva si trovano 246 persone con un incremento di 2 unita’.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Coronavirus, in Campania 195 nuovi positivi e 105 guariti oggi in Campania

Milan, Ibrahimovic positivo al coronavirus

Sono poi 43.803 i positivi che si trovano in isolamento domiciliare. Per quanto riguarda la distribuzione territoriale, le regioni dove e’ stato registrato il maggior numero di nuovi casi sono il Veneto (248), il Lazio (230), la Lombardia (229), la Campania (195), la Toscana (156), la Sicilia (125), il Piemonte 104, la Liguria (102). Nessuna regione e’ a contagi zero. La Valle d’Aosta fa registrare tre casi, il Molise quattro.

Continua a leggere



Le Notizie più lette