Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Cronaca Napoli

Napoli, nascondeva 5 panetti di hashish a casa: arrestato algerino

Pubblicato

in



Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno fermato in via Palermo una persona che è stata trovata in possesso della somma di 360 euro.

I poliziotti hanno controllato l’abitazione dell’uomo in corso Meridionale dove, con il supporto di Kira, Unità Cinofila Antidroga dell’Ufficio Prevenzione Generale, hanno trovato, occultati nel forno della cucina, 5 panetti di hashish del peso complessivo di circa 500 grammi, 3 coltelli e diverso materiale per il confezionamento della droga.

Nabil Khennochi, algerino di 37 anni con precedenti di polizia e irregolare sul territorio nazionale, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e denunciato per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Napoli, nel trolley un chilo di cocaina: 39enne arrestato dai Carabinieri

Pubblicato

in

Napoli. Nel trolley un chilo di cocaina. 39enne arrestato dai Carabinieri.

 

I carabinieri del nucleo operativo della Compagnia di Napoli Poggioreale hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio un 39enne incensurato di origini tunisine, regolarmente sul territorio italiano.

E’ stato intercettato in Via Nuova Poggioreale, nei pressi del carcere dove è stato poi tradotto. Trascinava un trolley al cui interno i militari hanno rinvenuto ben 980 grammi di cocaina, avvolti in 4 buste sottovuoto.Finito in manette, è ora in cella.

Continua a leggere



Campania

Coronavirus, il direttore del Cotugno di Napoli: ‘Non c’è più controllo, ora restrizioni’

Pubblicato

in

Coronavirus, il direttore del Cotugno di Napoli: ‘Non c’è più controllo, ora restrizioni’. E’ l’allarme di Maurizio Di Mauro.

 

 

“Oggi non possiamo più parlare di casi di importazione per i soggetti che sono tornati dalle vacanze, abbiamo dei focolai autoctoni che si sono generati nella nostra regione e che stanno determinando un incremento del numero dei contagi e dei ricoveri. La cosa che più mi preoccupa, rispetto alla fase iniziale, è che molti siano asintomatici o che comunque presentino una scarsa sintomatologia”.

Lo ha detto Maurizio Di Mauro, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera dei Colli – Cotugno di Napoli a Radio Crc, annunciando un incontro, oggi alle 13, con il presidente De Luca “dove penso che debba scattare assolutamente qualche elemento più restrittivo”. “Al di fuori dei nostri ospedali – aggiunge – sembra che non ci sia più nulla. Ho seguito eventi come quello di San Gennaro, ho visto troppe persone non indossare la mascherina e non rispettare il distanziamento. Non c’è più controllo. L’età media si sta rialzando e ciò vuol dire che a pagarne le conseguenze sono le persone più anziane o che hanno patologie pregresse.

La Campania è una regione che ha dimostrato un grande senso di civiltà durante il lockdown, ora però ci siamo totalmente lasciati andare”. “Il Cotugno in questo momento è pieno per quanto riguarda i posti Covid – ha concluso Di Mauro – non voglio che torni ad essere l’ospedale Covid-19, abbiamo anche altri pazienti da curare. Occorre una programmazione su scala regionale. Bisogna dare assistenza a tutti i malati, nella prima fase infatti sono triplicati i morti per infarto. Siamo in tempo, abbiamo pochi pazienti in terapia intensiva, per questo la situazione deve restare sotto controllo, garantendo tutti i livelli assistenziali”.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette