Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Campania

Casoria, falsificò il testamento di un imprenditore milionario: condannato notaio

Pubblicato

in



La V sezione penale del Tribunale di Napoli ha condannato a due anni di reclusione (pena sospesa) il notaio Gabriella de Bellis accusato di falso in atto pubblico in relazione a un redatto per un facoltoso imprenditore di , vedovo e senza figli.

Per i giudici l’uomo avrebbe manifestato le sue ultime volonta’ (che escludevano una parte dei nipoti) quando era affetto da demenza vascolare in stato avanzato e, pertanto, incapace di intendere e di volere. I giudici hanno anche dichiarato falso il testamento e condannato il notaio de Bellis, difesa dall’avvocato Sergio Pisani, al risarcimento dei danni in favore delle parti civili rappresentate dagli avvocati Barbara Berardi, Giro Sepe, Giuseppe Toraldo e Massimiliano Tisbo, complessivamente sette nipoti esclusi dal testamento.

I nipoti, invece, che comparivano nel testamento dichiarato falso dalla V sezione del Tribunale di NAPOLI (presieduta dal giudice Concetta Cristiano), sono finiti anche loro sul banco degli imputati con l’accusa di circonvenzione di incapace: nei loro confronti e’ stata pronunciata una sentenza di non doversi procedere per intervenuta prescrizione. Le tre nipoti dell’imprenditore sono state accusate di aver abusato dello stato in cui versava lo zio per farsi versare, complessivamente, sui loro conti correnti oltre un milione di euro (1,046 milioni) con la causale “regalo”. “Siamo certi – ha detto l’avvocato Pisani, legale del notaio De Bellis – che in Appello questo giudizio verra’ ribaltato”.

Continua a leggere
Pubblicità

Campania

A 2 anni positiva al coronavirus: isolati anche gli altri bambini del nido

Pubblicato

in

A 2 anni positiva al coronavirus: isolati anche gli altri bambini del nido

 

Il coronavirus colpisce ancora la provincia di Caserta. Una bambina di appena 2 anni, che frequenta un asilo nido privato a Casaluce, è risultata positiva al tampone. A renderlo noto, con sgomento e particolare preoccupazione, è stato il sindaco Antonio Tatone che ha assicurato: “Le autorità preposte si sono adoperate per mettere in sicurezza l’asilo nido e monitorato tutti gli alunni della sezione primavera di cui fa parte la bambina contagiata. I genitori, da me immediatamente contattati, hanno riferito che le condizioni generali della piccola sono discrete. L’anonimato, come richiesto dagli stessi, lo si mantiene come per legge”.

“Ringrazio la direzione della scuola, che immediatamente ha adottato in sicurezza il protocollo previsto – ha aggiunto il primo cittadino di Casaluce – Questi casi, sfatano la leggenda secondo la quale il Covid risparmiava i bambini. Questo ci fa capire, se ce ne fosse ancora bisogno, che è indispensabile osservare severamente tutte le prescrizioni contenute nelle varie ordinanze in vigore”.

Poi il sindaco Tatone fa il punto della situazione sul fronte dei contagi a Casaluce: “Nel nostro paese abbiamo 21 casi di persone contagiate ed un numero elevato di persone in attesa di risposta del tampone eseguito. Usare la mascherina e rispettando il distanziamento fisico significa avere rispetto per gli altri e per noi stessi. Solo rispettando le regole si può sconfiggere il virus”.

Continua a leggere



Napoli e Provincia

Il consiglio dei ministri proroga lo scioglimento del consiglio comunale di Arzano

Pubblicato

in

arzano

Il consiglio dei ministri proroga lo scioglimento del consiglio comunale di Arzano.

Il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, in considerazione della necessità di completare l’azione di ripristino dei principi di legalità all’interno dell’amministrazione comunale, ha deliberato la proroga per sei mesi dello scioglimento del Consiglio comunale di Arzano (Napoli). Ne dà notizia il comunicato del Consiglio dei ministri.

Continua a leggere



Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette