Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Cronaca

Ragazzino aggredito al ‘Vulcano Buono’: individuati i responsabili

Pubblicato

in



Sono stati individuati i componenti della baby gang che lo scorso 8 dicembre avevano aggredito e accoltellato un ragazzino di 14 anni nel parcheggio del centro commerciale Vulcano Buono a Nola . Lo rende noto la stessa società ‘Vulcano SpA’, che esprime ”un plauso e un ringraziamento alle forze dell’ordine per la rapida individuazione dei responsabili dell’aggressione”, ed invita il ragazzino ferito a tornare al centro commerciale per una ”giornata contro il bullismo”. Secondo quanto riferito dalla società, l’individuazione dei ragazzini che dopo aver picchiato il 14enne con manganelli, lo ferirono con una coltellata all’addome, e’ stata resa possibile grazie anche ai filmati di videosorveglianza catturati da alcune delle 150 telecamere presenti nell’area esterna del centro commerciale.”Siamo particolarmente grati all’Arma dei Carabinieri per l’impegno ed il brillante lavoro investigativo – ha detto l’amministratore delegato della società, Gian Marco Nicelli – ed al contempo, siamo soddisfatti del risultato degli importanti investimenti tecnologici realizzati sul fronte della videosorveglianza, a cui ne seguiranno di ulteriori già previsti, con l’obiettivo prioritario di assicurare la sempre maggiore sicurezza agli oltre 6,5 milioni di visitatori nel nostro Centro”. Nicelli, poi, rivolge il proprio pensiero al 14enne ferito che, dice, ”sappiamo in via di guarigione, e che, una volta rimessosi, aspettiamo presto nuovamente nel nostro centro commerciale per festeggiare con lui in una Giornata da dedicare alla lotta contro il ‘bullismo’, un fenomeno che prescinde dai luoghi e che purtroppo al giorno d’oggi pervade tutta la nostra società”.

Continua a leggere
Pubblicità

Campania

Torna in carcere il boss Pasquale Zagaria

Pubblicato

in

pasquale zagaria

Torna in carcere boss Pasquale Zagaria.Era agli arresti domiciliari da aprile, trasferito nel carcere di Opera.

 

Torna in carcere Pasquale Zagaria, ergastolano e fratello del capoclan dei Casalesi Michele. Il boss e’ stato trasferito questa mattina nel carcere di Opera a Milano, la struttura individuata dal Dap come luogo idoneo per la detenzione. Zagaria era stato scarcerato ad aprile dal giudice di sorveglianza di Sassari, lo stesso che ha poi sollevato questione di legittimita’ costituzionale contro il decreto Bonafede.

Continua a leggere



Cronaca Napoli

Napoli, sequestrate a Ponticelli le armi della faida.IL VIDEO

Pubblicato

in

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha sottoposto a sequestro, in uno stabile del famigerato Lotto “Zero”, nota piazza di spaccio del quartiere di Ponticelli, 3 pistole e 48 cartucce occultate all’interno di un’intercapedine.

 

In particolare i “Baschi Verdi” del Gruppo Pronto Impiego, mentre percorrevano via Cleopatra, hanno notato un gruppo di soggetti che, alla vista delle pattuglie, si dileguava in direzioni diverse.L’attenzione dei finanzieri si è subito concentrata su 2 soggetti che accedevano frettolosamente all’interno del vano scala di uno stabile situato nelle vicinanze, facendo disperdere le loro tracce.

Al termine della perlustrazione del primo piano del palazzo, le Fiamme Gialle hanno scoperto in un’intercapedine semichiusa da una porticina di alluminio degli involucri contenenti 3 pistole con matricola abrasa, di cui 2 già complete di caricatore rifornito e colpo in canna, e 48 cartucce.
Sono state rinvenute, nello specifico, una pistola modello “issc m22” e relativo caricatore rifornito con otto cartucce calibro 22; una pistola modello “beretta 15”; una pistola con marchio “tanfoglio” e relativo caricatore rifornito con 6 cartucce calibro 9×21; 34 cartucce sfuse calibro 22.

Sono in corso accertamenti per individuare i fuggitivi e verificare se le armi siano state usate in fatti di sangue e/o intimidazioni.
L’operazione di servizio si inquadra nell’ambito della costante attività di controllo del territorio disposta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli nelle aree più sensibili e nei quartieri della città a maggiore densità criminale, e riflette le recenti indicazioni del Prefetto di Napoli Marco Valentini in merito all’esigenza di maggior controllo sul traffico di armi nel napoletano.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette