Niente giorno di riposo per il Napoli dopo il ko con il Parma. Gattuso ha richiamato tutti a Castel Volturno, pur non essendoci una partita infrasettimanale, per la seduta della domenica, un richiamo forte al lavoro dopo il ko che aggrava la posizione di classifica del Napoli, ora ottavo. Gli azzurri non vincono in campionato dal 19 ottobre sorso, da allora hanno raccolto cinque pareggi e tre sconfitte, portando a casa cinque punti in otto partite, incassando 11 gol e facendone 8. Gattuso ieri sera dopo la partita e’ andato a cena in un ristorante di Pompei con il presidente azzurro De Laurentiis che era al San Paolo, ha assistito alla sconfitta e ha voluto fare il punto con il nuovo allenatore. Un colloquio franco sui problemi della squadra e sulle strategie che “Ringhio” vuole provare a mettere in atto per superarle, ma si e’ anche parlato di temi del mercato invernale in arrivo. La scossa di oggi con l’annullamento del giorno libero e’ stata condivisa con il club: la necessita’ e’ di risvegliare la squadra per provare a vincere l’ultima partita dell’anno, quella del 22 dicembre in casa del Sassuolo, per evitare che la crisi diventi ancora piu’ disastrosa, visto che alla ripresa dopo la sosta natalizia il Napoli affrontera’ di seguito Inter e Lazio. Dalla mattinata a Castel Volturno arriva anche una notizia positiva sulle condizioni di Koulibaly che dagli esami medici ha riportato una distrazione di primo grado al bicipite femorale destro: per il difensore senegalese il 2019 in campo e’ finito ma si potra’ riaverlo dopo Natale. Anche Maksimovic ha fatto terapie oggi, ma e’ comunque squalificato per Sassuolo viste le due giornate che gli sono state comminate dal giudice sportivo dopo l’espulsione dalla panchina nel match contro l’Udinese. Seduta in gruppo,invece, per Ghoulam.

Link sponsorizzati
Link sponsorizzati