Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Caserta e Provincia

Evasioni a raffica: torna in carcere 31enne

Pubblicato

in



San Tammaro. Evade più volte dagli arresti domiciliari ed ora è costretto a scontare la sua pena dietro le sbarre del carcere di Santa Maria Capua Vetere. La polizia di Santa Maria Capua Vetere ha eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte d’Appello di Napoli nei confronti del 31enne Davide Di Vasto, nato a Capua ma residente a San Tammaro, già sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.
L’uomo è stato beccato più volte in strada nonostante fosse ai domiciliari ‘costringendo quindi il Commissariato di Santa Maria Capua Vetere a far presente il tutto all’Autorità Giudiziaria che, concordando con le valutazioni formulate, ha disposto la sostituzione degli arresti domiciliari con la custodia cautelare in carcere.
L’attività di polizia giudiziaria è il frutto della mirata intensificazione dei servizi di controllo del territorio e degli individui sottoposti a misure restrittive effettuata dal Commissariato di Santa Maria Capua Vetere.

Continua a leggere
Pubblicità

Campania

Viola la quarantena per andare a votare, seggio chiuso per 2 ore

Pubblicato

in

viola quarantena

Viola la quarantena per andare a votare, seggio chiuso per 2 ore.La donna era in isolamento per aver avuto contatti con un parente positivo. Segnalata alle forze dell’ordine.

 

Casagiove dove un seggio è stato chiuso due ore tra l’ora di pranzo e le 15,30 del pomeriggio. Una donna in isolamento domiciliare, in quanto parente di una persona positiva, si è recata al seggio per votare.

Immediatamente è scattato l’allarme con le operazioni di sanificazione che si sono rese necessarie. Da una prima ricostruzione pare che la donna si sia sottoposta al tampone nei giorni scorsi e che il risultato sia stato negativo. Nonostante ciò, però, non le sarebbe stato comunicato il via libera da parte dell’Asl per potersi muovere sul territorio. Di qui la segnalazione dell’accaduto alle forze dell’ordine che adesso dovranno valutare un’eventuale denuncia.

Continua a leggere



Caserta e Provincia

Aggressione ad una guardia giurata all’ospedale Moscati di Aversa

Pubblicato

in

Aggressione ad una guardia giurata all’ospedale Moscati di Aversa dell’istituto di vigilanza Cosmopol con prognosi di 2 giorni.

 

E’ accaduto ieri mattina quando è arrivata in ospedale una anziana accompagnata dal figlio. L’uomo ha fermato l’auto al pronto soccorso  pretendendo che gli vengano prestati subito i soccorsi e per questo inizia ad inveire contro l’infermiera.
Interviene la guardia giurata di servizio che si interpone tra l’energumeno e l’infermiera per difendere la stessa calmando gli animi. L’uomo però ha continuato ad inveire minacciando verbalmente la guardia giurata tanto che sono intervenute alcune persone presenti al pronto soccorso per evitare lo scontro fisico.

“Ma resta lo sconforto della guardia giurata, lavoratore e padre di famiglia, -spiega il coordinatore cittadino per i circoli insieme per il meridione Michele Onorato- che svolgendo il suo lavoro viene mortificato e minacciato verbalmente. Noi tutti ci auguriamo che in tempi brevi chi ci governa riesca a capire l’importanza delle guardie giurate nel mondo del lavoro e diano il giusto riconoscimento per il lavoro svolto soprattutto nei pronto Soccorso degli ospedali Campani”.

Continua a leggere



Le Notizie più lette

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?