28 C
Napoli
giovedì, Luglio 16, 2020

Napoli, la fuga del detenuto serbo era organizzata: tagliati cavi delle telecamere a Secondigliano

DALLA HOME

Hanno trovato i cavi di alcune telecamere di videosorveglianza della zona recisi, gli agenti del Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria che indagano sulla fuga del detenuto serbo Rade Nikolic, 38 anni, fuggito sabato scorso da una villetta che si trova di fronte al campo rom di Secondigliano, a Napoli. Lì, accompagnato da una scorta di agenti del carcere di Frosinone dov’era detenuto per una serie di gravi reati tra i quali il concorso in omicidio, il 38enne ha approfittato del presunto malore di uno dei suoi figli per darsi alla macchia, aiutato da un gruppo di donne accorse dal campo. Due circostanze che ormai fanno ritenere che la fuga era stata organizzata nei minimi dettagli. Il padre del 38enne, inoltre, è ritenuta una persona particolarmente rispettata nell’ambito dell’etnia rom di Napoli, Nikolic, al quale erano stati concessi un permesso e una scorta, ha avuto trascorsi tumultuosi in tutte le carceri dove e’ stato recluso: ad Avellino si rese protagonista di una violenta rissa che coinvolse una ventina di detenuti della sua etnia e italiani. Per questa ragione venne allontanato da quell’istituto di pena. Altri episodi analoghi sono avvenuti anche nel carcere di Secondigliano e proprio per questo motivo il magistrato di sorveglianza decise di negargli i permessi “di necessita’” (per esempio per visitare un parente con gravi problemi di salute) per motivi precauzionali in quanto riteneva sussistente il pericolo di fuga. A causa di un cumulo di condanne per reati tra i quali spicca il concorso in omicidio, Rade Nikolic sarebbe uscito dal carcere solo nel 2038.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità'

OROSCOPO

oroscopo

Oroscopo, la giornata di oggi segni per segno

Oroscopo, cosa ci aspetta oggi 16 luglio secondo lo Zodiaco Ariete - Sfruttate meglio le vostre capacità intellettuali dedicandovi a nuovi progetti di lavoro. Clima...

ULTIME NOTIZIE

Vladimiro-Bottone-Non-cero-mai-stato

Vladimiro Bottone con ‘Non c’era mai stato’, tra i protagonisti di Salerno Letteratura Festival

Vladimiro Bottone con “Non c’era mai stato”, tra i protagonisti di Salerno Letteratura Festival. Domenica 19 luglio alle ore 21.15 al Museo Diocesano   Vladimiro Bottone...
droga salerno

Traffico di droga tra Salerno, Napoli, Scafati e Boscoreale gestito da Raffaele Iavarone e...

C'era Raffaele Iavarone narcotrafficante dietro il traffico di droga tra Napoli, Salerno, Verbania e Cosenza stroncata dalle squadre mobile delle quattro città con 25...
polizia forcella

Sarno, furto sventato in un bar. E’ caccia alla banda

La Polizia di Stato ha sventato un tentato furto in un bar di Via San Valentino. Secondo quanto trapelato, erano circa le 2 quando...