Benevento, “accoglieremo solo 12mila tonnellate di rifiuti proveniente da Napoli”

A Fulvio Bonavitacola, vicepresidente della Regione Campania, il vertice della Provincia di BENEVENTO, Antonio Di Maria, non le ha mandate a dire. Questa mattina, nel corso della conferenza di servizi sulla questione rifiuti, ha dichiarato espressamente che il Sannio è disponibile ad accogliere solo 12mila tonnellate di rifiuti “meno della metà dei rifiuti prodotti nel nostro territorio e conferiti presso gli altri Stir campani” nelle more della manutenzione al termovalizzatore di Acerra. Il numero uno della Rocca dei Rettori ha formulato, inoltre, una serie di richieste.
La prima è che venga risolto il problema della gestione delle discariche post mortem. E cioè di dare attuazione alla legge che prevede che i costi vengano ripartiti tra tutti i cittadini della Campania. “Abbiamo chiesto la convocazione immediata del tavolo e l’attuazione di tutte le procedure necessarie per definire entro il 30 settembre una proposta concreta di perequazione”, ha spiegato Di Maria aggiungendo: “Abbiamo inoltre preteso la rimozione delle ecoballe da anni giacenti in località Toppa Infuocata del comune di Fragneto Monforte, sollecitando la priorità assoluta negli adempimenti prescritti a seguito della gara d’appalto già espletata, cui occorre dare corso, con la relativa bonifica del sito. Altra richiesta, quella di intervenire per calmierare i prezzi praticati dagli Stir nei confronti dei comuni sanniti che conferiscono i propri rifiuti al fine di applicare una unica e sola tariffa per tutti”.
“E’ stato domandato a Regione e Sapna di affidare una importante commessa di lavoro alla società Samte affinché siano garantite le fasce occupazionali della partecipata provinciale scongiurando i licenziamenti. E di sostenerci con ogni iniziativa utile affinché possa riprendere la gestione del ciclo dei rifiuti nel Sannio”. “Al verificarsi di tutte queste condizioni – conclude Di Maria – riteniamo che si aprano gli spazi perché la provincia possa rivedere la propria decisione circa l’implementazione della tariffa dei rifiuti di 14,50 euro”. Il presidente, infine, ha annunciato la visita del vice presidente e assessore all’Ambiente della Regione, Fulvio Bonavitacola, giovedì alle 14 in prefettura per illustrare gli impegni definiti nella conferenza di servizi.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati