Salerno. Nel pomeriggio di ieri, gli agenti della Polizia di Stato hanno salvato un giovane di diciassette anni. L’intervento è scattato dopo la richiesta di aiuto lanciata, al numero di emergenza 112, dalla madre del ragazzo, con il quale aveva avuto una lite verbale, per futili motivi. Gli agenti della sezione Volanti della Questura di Salerno si sono addentrati in un fondo, della zona collinare della città, in cui si era allontanato il ragazzo che, fortemente agitato per la lite familiare, si era già arrampicato su un albero e minacciava il suicidio, cingendosi il collo con una corda. Gli agenti, prontamente intervenuti, hanno soccorso il giovane sollevandolo dalla posizione che aveva assunto e, simultaneamente, tagliando la fune che aveva preparato. Il giovane, che non ha riportato lesioni, rasserenato dagli operatori, è stato affidato alle cure del personale del 118 che, verificatane la buona salute fisica, hanno comunque sottoposto il ragazzo a visita medica di controllo e, successivamente, trasportato, con ambulanza, in ospedale.

Gonfiava il peso dei rifiuti smaltiti per conto del comune di Grazzanise: sequestro beni per 400mila euro alla Gesia

Notizia Precedente

A 50’anni dallo sbarco sulla Luna, serata astronomica all’Anfiteatro campano di Santa Maria Capua Vetere con Massimio Capaccioli

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..