Casal di Principe – Per la Dda i 15 milioni di euro sequestrati, tra cui una lussuosa villa, proprio al centro di Casal Di Principe, erano di proprietà del delfino di Francesco Schiavone, Nicola Schiavone.
Per questo motivo vennero sequestrati nel 2016. Oggi, a distanza di tre anni dai sigilli, i giudici hanno rigettato la richiesta di confisca di quei beni di proprietà di Giuseppe, Nicola, Francesco, Lucia e Giovanni Pirozzi e Gesualda Buonpane.
I giudici, infatti, hanno accolto le tesi dei difensori degli imprenditori, gli avvocati Mario Griffo e Davide De Marco, e disposto la restituzione di quei beni mobili ed immobili a quelli che secondo la sentenza sono i legittimi proprietari.

LEGGI ANCHE  Badante soffocata e uccisa in bagno: arrestato 50enne in provincia di Salerno
ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Parcheggi a tariffa ridotta per rilanciare la movida a Salerno

Notizia precedente

Cisco firma ‘Aquile Randagie’ brano scritto per l’omonino film. In presentazione al prossimo Giffoni Experience

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..