Napoli. Gli attentatori sono arrivati dalla zona di via Duomo a folle velocità, su due scooter, uno degli uomini ha sparato in via dei Tribunali contro la Di Matteo. La scena dell’ allo storico locale dei Decumani è stata ripresa dalle della zona. I carabinieri stanno visionando le immagini per dare un volto, un nome e un movente all’ennesimo avvenuto a Napoli nel week-end. I due scooter dopo essere entrati in via dei Tribunali, l’hanno percorsa a folle velocità, poi all’altezza della pizzerie Di Matteo, uno degli uomini ha preso la pistola ed ha fatto fuoco prima mirando in aria verso vico Giganti e poi all’angolo dove c’è una dell’entrate della storica dei Decumani.  Un fatto inquietante se si pensa che un mese fa era stato preso di mira un altro locale storico di via dei Tribunali, la Sorbillo. In quell’occasione un ordigno aveva annerito la porta d’ingresso e distrutto la veranda. Danni lievi, come quelli a Di Matteo, ma che hanno un valore simbolico altissimo. Ed e’ proprio su questo aspetto che si stanno concentrando le indagini dei carabinieri coordinati dai pm della Dda che si occupano della criminalità del centro di Napoli del pool del procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli. La pista principale resta sempre quella legata alla scontro in atto per la gestione degli affari criminali del centro tra i Sibillo e i Buonerba, o meglio del gruppo Iodice-Perez. Al centro storico le frizioni sono per il controllo delle estorsioni legate agli affari turistici. il messaggio intimidatorio attraverso gli attentati a Sorbillo e Di Matteo, per gli inquirenti, è chiaro: tutti devono pagare il pizzo.



Cronache Tv



Ultimi Video dai TG

Ti potrebbe interessare..