Caserta, Juve Stabia: ‘Con un pubblico così non temiamo nessuno’

Questo è il commento del tecnico della Juve Stabia, Fabio Caserta: ”Non mi va di giudicare gli altri, non so perché Auteri non è venuto in conferenza stampa. Per quanto riguarda la partita, abbiamo creato un po’ meno di loro nel primo tempo ma nel secondo abbiamo giocato meglio. Col 3-5-2 è andata decisamente meglio ma purtroppo non siamo riusciti a fare goal. Abbiamo sbagliato tantissimi passaggi in uscita, mentre la scelta di non andarli a prendere alti era decisa alla vigilia. Forse sul rigore siamo stati ingenui, devo rivedere l’azione, forse era meglio accompagnare l’avversario sull’esterno. Branduani è stato bravo ad aspettare fermo fino alla fine condizionando anche l’attaccante. I ragazzi stanno facendo quello che la gente vuole vedere, vorrei vedere più spesso lo stadio pieno come oggi. Non tutte le squadre sono forti come Il Catanzaro, altre squadre senza giocatori con certo carisma potrebbero risentire negativamente di uno stadio pieno. A partita in corso Elia e Canotto potevano essere molto utili, ho schierato Elia perché può fare anche il quinto a centrocampo. Non è una bocciatura il mancato ingresso di Canotto. Guardo il bicchiere mezzo pieno, siamo stati più pericolosi di loro, loro forse hanno fatto più giro palla. Nel secondo tempo non abbiamo mai rischiato. Avevamo preparato bene la gara. Non potevo lasciare Troest e Marzorati in uno contro uno a metà campo contro i loro attaccanti veloci, siamo stati bravi a non concedere più di tanto al Catanzaro. Melara ha fatto benissimo oggi, l’ho sostituito perché Elia ha delle accelerazioni che potevano essere decisive, Melara è più bravo in gestione palla, Elia è più offensivo e scattante. Sono contento della prestazione di tutta la squadra. Di Roberto sta benino, si sta allenando in gruppo, speriamo di recuperarlo per il rush finale”.

 Ivano Cotticelli

Contenuti Sponsorizzati