Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Attualità

Travolto dal pickup guidato dal padre, muore bimbo di tre anni

Pubblicato

in



E’ stato schiacciato dal pickup del padre, che ha fatto retromarcia e lo ha travolto. Aveva tre anni e un sorriso dolce il bambino, tre anni appena, morto questa mattina nelle campagne dell’giano, a , novecento anime. Una disgrazia per tutti gli abitanti di questo angolo di Monferrato, dove la famiglia vive da circa sei anni. Pastore e allevatore siciliano, 41 anni, il padre si e’ alzato presto, come ogni mattina negli ultimi dieci anni, da quando e’ andato a vivere agli Accorneri di , dove si prende cura delle mucche e produce formaggio. Con se’ due dei tre figli, il piu’ grande di sei anni e il piccolo, tre anni. Una domenica insieme, tra lavoro e divertimento, il sole di questa estate che non vuole finire a scaldare i fratellini, seduti nel cassone del pickup come in tante altre occasioni. Questa volta pero’ il destino ci ha messo lo zampino: un avvallamento del terreno ha fatto sobbalzare il veicolo e i bambini sono sbalzati giu’, in mezzo all’erba. Il piu’ grande si e’ subito rialzato, cosa che non e’ riuscito a fare il piu’ piccolo. Quando il padre ha ingranato la retromarcia, pensava fosse seduto sul pickup. E invece era ancora a terra. I soccorsi del 118, intervenuto con l’elisoccorso da Alessandria, e’ stato inutile: il bambino e’ morto sul colpo. La tragedia ha scosso la piccola comunita’ giana. In paese si conoscono tutti e la famiglia e’ ben vista: adorabili i tre maschietti, il piu’ grande ha iniziato la prima elementare. Mamma Chiara, operatrice sociosanitaria di 35 anni di Quargnento, al momento dell’incidente era a casa, con il terzogenito di due anni, perche’ incinta del quarto figlio, una femmina. La Procura di ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. Le indagini dei carabinieri della Compagnia di sono coordinate dal pm Laura Deodato.

Pubblicità

Coronavirus

Quasi 22mila casi da covid in Italia su 174mila tamponi

Pubblicato

in

“Oggi registriamo 21.994 nuovi casi, sono stati eseguiti oltre 174 mila tamponi quindi 50 mila in piu’ di ieri.

 

“I numeri dei nuovi casi hanno una certa disparita’ tra le varie regioni”. Lo ha detto il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, nel corso una conferenza stampa sull’analisi della situazione epidemiologica in Italia. Le vittime da coronavirus sono 221. Si tratta di un dato che porta 37.700 il numero complessivo dei morti da inizio pandemia. E’ quanto si legge nel bollettino odierno del Ministero della Salute Iss. Attualmente sono positive nel nostro Paese 255.090 persone.

Sono invece 1.411 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 127 in piu’ rispetto a ieri. Il numero dei ricoveri ordinari e’ salito di 958, contro i 991 di ieri, portando il totale a 13.955Le regioni con maggiori casi sono la Lombardia  con 5.035 nuovi casi, la Campania con 2.761, il Piemonte con 2.458, il Lazio con 1993, la Toscana con 1823, il Veneto con 1526, l’Emilia Romagna 1413, e la Liguria con 1127 nuovi casi. Tutte le altre regioni hanno meno di mille nuovi casi. E’ quanto si legge nel bollettino odierno del Ministero della Salute Iss. La Regione nella quale l’incremento è stato più basso è la Valle d’Aosta con 57 casi.

In significativo aumento i guariti, 3.362 (ieri erano 2.423), per un totale di 271.988. Il numero dei malati attuali si impenna ancora, +18.406 (ieri +14.443), e sono ora 255.090. Di questi, sono in isolamento domiciliare 239.724 pazienti, +17.321 (ieri erano stati 13.376). Il numero totale di casi testati sale a 9 milioni 75mila 818; quello di tamponi effettuati a 14 milioni 953mila 086. Sale al 12,6% il rapporto tra tamponi effettuati e nuovi positivi al coronavirus trovati.

Continua a leggere

Le Notizie più lette