Napoli, ferito a colpi di fucile a pallini giovane chef migrante: era stato anche a Masterchef

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Ferito ieri sera a colpi di fucile caricato a pallini  e senza motivo un giovane chef originario del Mali. E’ accaduto poco dopo la mezzanotte di ieri al corso Umberto. Il ferito si chiama Bouyagui Konate, ha 22 anni e vive in Italia da 4 anni. Il giovane è stato centrato da una scarica di pallini esplosi da alcuni giovani che si trovavano in un’auto e che lo hanno avvicinato mentre tornava a casa dopo il lavoro lungo il corso Umberto a Napoli. Il giovane chef è stato centrato all’addome e al braccio. E’ stato poi trasportato all’ospedale Loreto Mare dove i medici gli hanno estratto i pallini e lo hanno medicato e giudicato guaribile in 10 giorni. Sull’episodio stanno indagando le forze dell’ordine che hanno acquisito i filmati delle telecamere di video sorveglianza pubbliche e anche quelle private della zona per risalire agli autori del gesto a sfondo razziale. Bouyagui Konate, è un giovane molto noto nella comunità dei migranti ma anche tra i giovani napoletani: ha un regolare permesso di soggiorno e fa lo chef. Di recente ha aperto il ristorante multietnico Kikana, gestito insieme ad altri rifugiati e richiedenti asilo provenienti da diversi Paesi dell’Africa. Bouyagui a febbraio aveva portato la sua storia d’integrazione e la sua cucina etnica nel talent show Masterchef, in onda sui canali Sky, preparando dei piatti da far replicare agli aspiranti chef del programma di cucina. La notizia del suo ferimento ha destato molto scalpore e sta facendo il giro dei social.

 





LEGGI ANCHE

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE