Si ferisce alla testa un bimbo di cinque anni mentre entra nel parco giochi al rione Pescara di Eboli. La famiglia farà causa al Comune anche se la dinamica dell’incidente non è ancora del tutto chiara, infatti i vigili urbani sono a lavoro per ricostruire i fatti.
Il bimbo si è ferito nel tardo pomeriggio dello scorso venerdì: è stato colpito alla testa mentre scavalcava il cancello d’ingresso. Trasferito all’ospedale di Eboli, ha ricevuto diversi punti di sutura. Le sue condizioni di salute non sono gravi. Da tre giorni, però, il bambino è ancora ricoverato per trauma cranico. I residenti lanciano accuse nei confronti del Comune per lo stato di abbandono della struttura.
Il parco giochi venne costruito dalla giunta Rosania e negli ultimi due decenni è stato gestito da diverse associazioni.
L’avvocato Leopoldo Catena, legale della famiglia del bimbo ferito, ha spiegato al quotidiano Il Mattino: “Il papà del bambino mi ha raccontato che il cancello si è rovesciato e ha colpito il figlio alla testa. Il bambino è ricoverato in ospedale, attendiamo i referti medici. Il Comune ha il dovere di custodire e di effettuare la manutenzione dei propri beni. Che il parco sia abbandonato non significa che non ci siano responsabilità di terzi”.
La vicenda finirà in tribunale con una richiesta di risarcimento danni.I primi ad arrivare sul posto dell’incidente, venerdì scorso, sono stati i vigili urbani che hanno redatto un verbale in cui compaiono alcune perplessità. Quando la polizia municipale è giunta in via Romano il cancello era rovesciato ma in zona non c’era il bambino ferito. Il paziente è stato trasferito in ospedale da un conoscente, l’ambulanza del 118 non è stata allertata.
“Il parco giochi del rione Pescara è stato affidato in gestione a un’associazione di volontariato”, afferma il vicesindaco Cosimo Pio Di Benedetto. L’area comunale al rione Pescara è stata affidata all’associazione Astronave a Pedali: “Quel parco è chiuso da un anno – spiega il dirigente Raffaele Leso – lo sanno i genitori e lo sanno i bambini. Mi dispiace che ci sia stato un ferimento. Ma il parco è chiuso ed è vietato scavalcare i cancelli”. Ieri notte, un gruppo di balordi ha divelto tutte le entrate al parco: “Hanno danneggiato tutti i cancelli – continua Leso – li rimetteremo a posto. Ma il parco per adesso resta chiuso”.


Di Regina Ada Scarico

Ti potrebbe interessare..