Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Nera

Napoli, fallisce il colpo della banda del buco al Vomero: collutazione con gli agenti

Pubblicato

in

deutsche bank vomero


Colpo sventato della ad un’agenzia bancaria in piazza Medaglie d’Oro, a . Scattato l’allarme i poliziotti sono giunti sul posto e, in un un cunicolo scavato sotto il pavimento della banca, hanno avuto di faccia due banditi che erano armati. I poliziotti hanno avuto una colluttazione con i banditi che avevano il volto coperto. Gli agenti sono riusciti a disarmarli e scoprire il capo ai due rapinatori. Ma i due banditi sono riusciti a dileguarsi. La vicenda ha avuto inizio quando dall’interno della banca sono stati avvertiti dei rumori sospetti. Sul posto sono arrivati i poliziotti che hanno avviato una prima verifica capendo che una parte del pavimento era stata indebolita; parte che e’ poi crollata. A questo punto gli agenti si sono trovati i rapinatori di faccia.con il volto coperto dal passamontagna e armato di una pistola con il colpo in canna. Ne e’ nata una colluttazione, l’agente e’ riuscito anche a strappare il passamontagna all’uomo ma i rapinatori hanno comunque guadagnato la fuga attraverso lo stretto passaggio nel buco della rete fognaria dal quale erano entrati. Entrambi i rapinatori, grazie agli angusti. spazi sono riusciti a scappare.I poliziotti hanno sequestrato l’arma, una pistola beretta 98 cal.9×21 con colpo in canna, i passamontagna e degli occhiali utilizzati dai malfattori. Dalla bonifica ed ispezione immediatamente effettuata dalla Polizia di Stato e dagli uomini del servizio fognature del Comune di Napoli sono stati rinvenuti e sequestrati numerosi borsoni e arnesi atti allo scasso. Inoltre dai controlli è emerso che alcuni dei tombini delle strade adiacenti l’istituto di credito erano stati bloccati dall’interno al fine di rendere più difficile l’accesso da parte delle forze dell’ordine. Immediate le indagini scattate da parte degli uomini del Commissariato di Polizia Vomero e della Squadra mobile partenopea che stanno setacciando tutta la zona alla ricerca dei duue fuggitivi. Posti di blocco sono stati allestitiin punti particolari da dove potrebbero uscire i due banditi,

Continua a leggere
Pubblicità

Afragola

Minorenni in giro ad Afragola girano un video che inneggia alla criminalità

Pubblicato

in

minorenni video criminalità

Video abusivo girato con minorenni ad Afragola che inneggia alla criminalità blocca alcune strade cittadine, minacce e insulti al consigliere Borrelli da alcuni dei protagonisti: “Nessuna autorizzazione per girare videoclip. Bene esposto del sindaco Grillo alla Procura a tutela immagine della città”.

 

“Bene ha fatto il sindaco di Afragola, Claudio Grillo, a presentare un esposto alla Procura della Repubblica a tutela dell’immagine della città fortemente lesa da un video clip, registrato a quanto pare senza alcuna forma di autorizzazione, per le strade cittadine immortalando decine di ragazzini in sella agli scooter senza casco e armati (con pistole finte per fortuna) fino ai denti che hanno bloccato e deviato il traffico senza alcuna autorizzazione. Un episodio i cui contorni devono essere chiariti fino in fondo anche perché bisogna smetterla di pensare che le strade e le piazze cittadine siano alla mercè di chiunque voglia fare concerti, eventi, spettacoli, registrazioni, senza nemmeno avere la decenza di chiedere i permessi lucrando su tutto e tutti. Senza entrare nel merito artistico del prodotto finale ritengo inoltre profondamente pericoloso e dannoso ostinarsi a celebrare l’immagine di una cultura camorristica fatta di violenza, prepotenza, sopraffazione e illegalità diffusa”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli.

video afragola

Video abusivo girato con minorenni ad Afragola che inneggia alla criminalità blocca alcune strade cittadine: “Nessuna autorizzazione per girare videoclip. Bene esposto del sindaco Grillo alla Procura a tutela immagine della città.”

Publiée par Francesco Emilio Borrelli sur Vendredi 23 octobre 2020

“Gli insulti e le minacce ricevuti in questi giorni – prosegue Borrelli – dopo la mia segnalazione del video, anche da parte di alcuni protagonisti dello stesso video clip che sarebbero stati “arruolati” tutti alle Salicelle dimostrano che bisogna combattere ogni forma di esaltazione della cultura criminale che, evidentemente, continua a fare presa sui giovanissimi”.

Continua a leggere

Le Notizie più lette