Il cantautore casertano Valerio Piccolo firma la canzone del film di Paolo Sorrentino

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il poliedrico artista di Caserta, Valerio Piccolo, noto musicista, cantautore, traduttore e adattatore per libri, teatro e cinema, firma la canzone originale “E si’ arrivata pure tu” per il nuovo film di Paolo Sorrentino, “Parthenope”, in concorso al 77esimo Festival del cinema di Cannes.

PUBBLICITA

“Sono onorato e felice di contribuire al nuovo progetto di un regista che amo profondamente e che con il suo primo film ha catturato la mia anima di cinefilo”, ha dichiarato Piccolo. “È una gioia particolare farlo con una canzone che rappresenta un ritorno alle mie radici napoletane, dopo aver esplorato diverse lingue del mondo”.

Piccolo, cantautore e chitarrista originario di Caserta, ha vissuto tra Roma e New York. Dal 2000 è stato il traduttore ufficiale della folksinger americana Suzanne Vega, collaborando con lei in progetti come il “Solitude Standing Tour” e il duetto “Suono nell’aria”.

Nel 2007 ha pubblicato il suo album di debutto, “Manhattan Sessions”, seguito da “Hourglass” nel 2018. Ha inoltre pubblicato il 45 giri “Union Square” nel 2010 e l’EP “Suono nell’Aria” nel 2011.

Nel 2013, a New York, ha musicato dal vivo il testo “Mick and I” della scrittrice e regista teatrale Francesca Romana Zanni, rappresentato allo storico Cornelia Street Cafe del Greenwich Village.

Nel 2014 ha lanciato il suo progetto musicale “Poetry”, in cui ha messo in musica poesie di autori come Rick Moody e Jonathan Lethem, con ospiti quali Neri Marcorè e Ferruccio Spinetti.

Nel 2019 ha pubblicato il suo quinto album, “Adam and the Animals”, in collaborazione con Rick Moody, presentato in numerosi palcoscenici nazionali e internazionali, tra cui il “Brooklyn Book Festival” e “Voci per la Libertà” di Amnesty International.

Oltre alla sua carriera musicale, Piccolo è rinomato come traduttore e adattatore per libri, teatro e cinema. Dal 2000, ha tradotto e adattato dialoghi per oltre 350 film, tra cui opere di registi contemporanei come Steven Spielberg (“The Post”, “The Fabelmans”), David Lynch (“Mulholland Drive”), Tim Burton (“Big Eyes”), Ron Howard (“Rush”), Quentin Tarantino (“The Eightful Eight”), Clint Eastwood (“American Sniper”), Roman Polanski (“Quello che non so di lei”), Denis Villeneuve (“Blade Runner 2049”) e altri.

Ha ricevuto numerose nomination e ha vinto il Gran Premio Internazionale del Doppiaggio nel 2017 e nel 2024 per i suoi adattamenti di “Florence” di Stephen Frears e “Wonka” di Paul King. Inoltre, ha ottenuto l’Anello d’Oro al festival “Voci nell’Ombra” di Savona nel 2018 e nel 2022 per i migliori adattamenti di “The Post” di Steven Spielberg e “Elvis” di Baz Luhrmann.



Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

googlenews
facebook


DALLA HOME


CRONACA NAPOLI

PUBBLICITA

TI POTREBBE INTERESSARE