I DETTAGLI

Pompei – la serie, da domani su Prime Video la fiction ambientata nella città vesuviana

SULLO STESSO ARGOMENTO

Sei episodi su Prime Video per “Pompei la serie”, ambientata in una delle città più famose e visitate al mondo. La storia ed il passato di uno dei maggiori attrattori turistici della Campania e dell’Italia fanno però soltanto da sfondo ad una trama contemporanea che segue nei ritmi e nella sceneggiatura il filone dei format più seguiti sulle piattaforme di streaming: intrighi, suspense, drammi familiari e colpi di scena.

Protagonisti dell’avvincente narrazione sono, infatti,  i giovani, le cui vite si intrecciano con quella di un commissario di polizia che indaga su di un omicidio avvenuto nella città che accoglie gli Scavi ed il santuario della Madonna di Pompei. “Siamo riusciti – anticipa il regista Vincenzo Coccoli – a trovare un equilibrio perfetto tra intrattenimento e informazione, rendendo la serie adatta a un pubblico di tutte le età”.

E di attori di tutte le età è composto anche il cast del quale fanno parte artisti esordienti e professionisti noti che hanno calcato le scene nazionali ed internazionali. E’ il caso di Gianni Ferreri, Rosario Terranova, Giovanni Caso e Vincenzo Merolla. La serie tv è ispirata a Beverly Hills 90210 che proprio come Pompei ha acceso i riflettori sul contesto territoriale e sulla vita dei giovani, condizionata proprio dal tessuto sociale, economico e culturale del luogo di residenza.

Dice, infatti, ancora Coccoli, originario proprio della città che ha ispirato il suo ultimo lavoro: “Pompei pur essendo una cittadina piccola in termini demografici e territoriali, si può paragonare a un diamante grezzo che, nonostante le dimensioni apparentemente ridotte, brilla per la sua storia e il suo impatto globale. L’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. e il santuario mariano sono spesso i temi principali trattati nelle produzioni cinematografiche, tuttavia la città moderna merita altrettanta attenzione e apprezzamento: per questo ho scelto di mostrare un aspetto diverso della mia città d’origine, focalizzandomi sulla Pompei moderna che continua ad attirare milioni di visitatori ogni anno”.

Le anticipazioni del regista promettono agli spettatori emozioni e suggestioni che avranno il merito di attirare ancor più l’attenzione sulla città che è patrimonio dell’Unesco e che attira ogni anno oltre 2 milioni di visitatori. Le riprese, infatti, durate oltre 4 mesi e terminate a dicembre 2022 hanno scelto come  set l’intero territorio cittadino e non solo i luoghi più conosciuti dai turisti.

Una sorta di backstage dei siti di pregio alla cui ombra vivono oltre 25 mila persone. Un filo conduttore che ricorre anche simbolicamente nella scelta del cast: i protagonisti sono 6, tanti quanto il numero delle lettere che compongono “Pompei”, simboleggiando la connessione dei protagonisti con il luogo stesso in cui si svolge la storia.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

telegram

LIVE NEWS

A Napoli uomo barricato in casa, paura nel quartiere di Chiaiano

A Napoli uomo barricato in casa: accade nel quartiere...
DALLA HOME

A Napoli uomo barricato in casa, paura nel quartiere di Chiaiano

A Napoli uomo barricato in casa: accade nel quartiere Chiaiano, dove, in via Giovanni Antonio Campano, era stata segnalata l'esplosione di alcuni colpi d'arma da fuoco. Sul posto è arrivata la polizia dopo le numerose segnalazioni arrivate in questura da parte di cittadini impauriti. E' in arrivo anche personale specializzato. Si...

De Luca a Musumeci: “Chi è nato nei Campi Flegrei non ha colpe”

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha risposto alle recenti dichiarazioni del ministro Musumeci, il quale aveva affermato che chi vive nei Campi Flegrei è consapevole dei rischi del territorio. Durante l'inaugurazione della fiera industriale "Wmd" a Napoli, De Luca ha ribadito l'importanza di affrontare la questione con...

CRONACA NAPOLI

TI POTREBBE INTERESSARE