La giornalista Rai Laura Aprati racconta: ‘Persi tutti i capelli in 3 giorni’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Una mattina Laura Aprati, giornalista presso la Rai, ha fatto un’esperienza che ha sconvolto la sua auto-percezione e il suo mondo interno. Si è guardata allo specchio e ha visto un volto irriconoscibile: completamente calva.

Non aveva più ciglia, sopracciglia e capelli. La sua vita non sarebbe stata più la stessa da quel giorno. Questo drammatico cambiamento fisico era dovuto all’alopecia aerata totale, una malattia autoimmune rara che colpisce solo lo 0,2% della popolazione globale.

Alopecia: un dramma inaspettato

Nonostante avesse cercato aiuto medico, anche gli esperti sembravano confusi riguardo alla sua condizione. Laura era impazzita cercando di comprendere cosa stava accadendo al suo corpo e per quale motivo, ma non riceveva risposte concrete. La sua esperienza differiva notevolmente da quella di chi si sottopone a chemioterapia, dove la perdita dei capelli è un effetto collaterale previsto e per il quale si è psicologicamente preparati. Laura, invece, era del tutto impreparata.

    Impatto psicologico dell’Alopecia

    La caduta improvvisa dei capelli ha avuto un impatto significativamente profondo sulla psiche di Laura, particolarmente nel contesto del suo ambiente di lavoro. “L’alopecia è stata la conseguenza di una fibromialgia, ma la calvizie mi ha pesato maggiormente sul piano psicologico”, afferma. Questo cambiamento ha segnato drammaticamente la sua interazione sociale ed ha esacerbato la sua condizione di precarietà lavorativa.

    L’inchiesta sul mercato nascosto delle parrucche

    In risposta alla sua condizione, Laura ha deciso di acquistare una parrucca, svelando così l’oscurità del mercato dei capelli, un commercio basato su fragilità e vulnerabilità. Una parrucca adeguata può costare oltre 2000 euro, richiedendo un doppio investimento per la manutenzione. La carenza di supporto economico dal Servizio Sanitario Nazionale e le enormi spese necessarie per affrontare la sua condizione, hanno spinto Laura a sensibilizzare il pubblico sull’alopecia.

    La lotta di Laura contro l’Alopecia

    Nonostante le sfide, Laura ha trovato conforto e aiuto in amici medici. Grazie al loro sostegno, ha avuto l’opportunità di accedere a un nuovo farmaco dagli Stati Uniti. Questo percorso terapeutico con il professor Alfredo Rossi e il suo team ha dato buoni risultati: Laura ha notato un drammatico miglioramento e oggi i suoi capelli stanno ricrescendo. Questa guarigione fisica e terapeutica ha aiutato Laura a riconquistare un senso di equilibrio interiore.

    Il futuro di Laura

    Laura è in procinto di riprendersi la sua vita, smettendo di nascondersi dietro la parrucca e sensibilizzando l’opinione pubblica sull’alopecia. Il suo obiettivo principale è ora quello di ottenere il riconoscimento della malattia da parte del Servizio Sanitario e di diffondere la consapevolezza che una cura esiste. La sua battaglia è lungi dall’essere finita, ma è sulla buona strada.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    53enne di Aversa condannato per violenza sessuale su una 16enne

    Nicola Oliva, un uomo di 53 anni, di Aversa, è stato condannato a 4 anni di reclusione per violenza sessuale su una 16enne. A gennaio 2022, Oliva, che si trovava a Campodolcino per lavoro, ha attirato la ragazza nella sua camera d'albergo con il pretesto di massaggiarle la spalla. Sfruttando...

    Nicholas Tolosa e ‘Victor’, sabato l’inaugurazione dell’opera permanente dell’artista per Osimhen

    Sabato 25 maggio alle ore 12:00 verrà inaugurata "Victor", l'opera permanente dell'artista Nicholas Tolosa, in via Domenico Cirillo 65 a Napoli. Curata da Massimo Sgroi, l'opera farà parte del progetto "Viviacirillo" ideato da Felice Riccardi. L'installazione sarà esposta in modo permanente e accompagnata da una targhetta con QR code. "La...

    CRONACA NAPOLI