In Campania allarme scommesse: la diffusione tra i giovani

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il primo posto per il gioco online in Italia è della Campania, che nel 2022 ha visto i cittadini spendere 10 milioni e 482.000 euro, pari a 1.874 euro a testa.

PUBBLICITA

Inoltre, la Campania è la prima regione italiana per conti online di gioco aperti, con oltre tre milioni di conti. Questi dati sono stati analizzati dall’Osservatorio Regionale sul Disturbo da Gioco d’Azzardo, istituito dall’art. 5 della Legge Regionale N.2/2020, in occasione della “Giornata regionale dedicata alla sensibilizzazione e alla consapevolezza sui rischi e i danni correlati al fenomeno del gioco d’azzardo”, approfondita oggi nella sede della Regione Campania.

“Oggi lanciamo un grido d’allarme sulla dipendenza dal gioco d’azzardo che riguarda non solo persone adulte ma anche ragazzi e ragazzini, che approfittano del fatto che il gioco d’azzardo è praticato non solo in strutture fisiche, ma anche online, ed è questo il dato più preoccupante,” ha dichiarato il governatore campano Vincenzo De Luca.

“In Campania abbiamo oltre 3.300 soggetti già in cura per gioco d’azzardo. Abbiamo realizzato una struttura importante a Sant’Arsenio nel Vallo di Diano con semi-residenze per accogliere i casi più gravi, ma dobbiamo fare uno sforzo straordinario, soprattutto per salvare i giovanissimi.

Nei centri scommesse non dovrebbero andare a giocare i minori

 ma non c’è nessun controllo, mentre si dovrebbe agire in tal senso. Il problema diventa davvero traumatico quando il gioco è online e praticato da ragazzini al di fuori di qualunque controllo, anche da parte delle famiglie. Serve più controllo da parte dei genitori”.



Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

googlenews
facebook


DALLA HOME


CRONACA NAPOLI

PUBBLICITA

TI POTREBBE INTERESSARE