Portici, sequestrata Villa abusiva con piscina davanti al Comune

SULLO STESSO ARGOMENTO

Una maxi villa abusiva con tanto di piscina e giardino è stata sequestrata questa mattina dalla Polizia Municipale di Portici, su disposizione del Capitano Gaetano D’Esposito.

L’operazione è avvenuta di fronte al Palazzo Comunale di Via Campitelli, dove gli agenti hanno posto i sigilli a un’area di oltre seicento metri quadri.

L’intervento è stato avviato a seguito di una segnalazione. Sul posto, gli agenti hanno trovato un cantiere in pieno svolgimento, con materiali da costruzione già pronti all’uso.

    Oltre alla piscina, realizzata con una struttura in muratura e ferro, sono stati rinvenuti anche due manufatti prefabbricati in legno e una pergotenda chiusa sui lati, all’interno della quale era stata allestita una cucina completa di allacciamenti per acqua, luce e gas.

    Tutte le opere erano prive di qualsiasi autorizzazione. L’area, originariamente adibita ad agrumeto, era stata inoltre pavimentata con un cambio di destinazione d’uso non autorizzato.

    I proprietari dell’area, che fa parte di una villa più grande, sono stati denunciati per le violazioni urbanistiche e il cantiere è stato posto sotto sequestro. L’ufficio tecnico del Comune sta ora predisponendo l’ordinanza di ripristino immediato dello stato dei luoghi.

    L’operazione di sequestro rientra nell’ambito dei controlli intensificati sui cantieri cittadini, disposti dall’amministrazione comunale per contrastare il fenomeno dell’abusivismo edilizio, particolarmente diffuso nelle zone sottoposte a vincolo paesaggistico.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Riciclaggio a Firenze, l’avvocato: “Pino Taglialatela estraneo”

    Giuseppe Taglialatela, ex portiere del Napoli, noto come "Batman"...
    DALLA HOME

    Riciclaggio a Firenze, l’avvocato: “Pino Taglialatela estraneo”

    Giuseppe Taglialatela, ex portiere del Napoli, noto come "Batman" e Alessandro Bigi, presidente dell'Ischia Calcio, sono tra gli indagati per un'inchiesta della Procura antimafia di Firenze su un presunto giro di riciclaggio di denaro. Secondo gli inquirenti, Bigi e Kamami, un albanese di 40 anni, sarebbero i capi di un'organizzazione...

    ULTIME NOTIZIE

    TI POTREBBE INTERESSARE