Patto antiracket in provincia di Caserta: un nuovo strumento contro le estorsioni 

SULLO STESSO ARGOMENTO

Un nuovo patto antiracket per l’edilizia è stato siglato a Caserta, con l’obiettivo di contrastare il fenomeno delle estorsioni da parte della camorra. L’accordo, firmato alla Camera di Commercio, coinvolge le forze dell’ordine, l’associazione antiracket “Sos Impresa” e la rete regionale “Sos Impresa – Rete per la legalità della Campania”.

L’iniziativa prevede l’affissione di un cartello ben visibile fuori dai cantieri edili aderenti al patto. Il cartello recita: “Questa impresa ha aderito al patto antiracket con le forze dell’ordine”. Questo messaggio serve come monito per gli estorsori, che potrebbero essere dissuasi dal colpire aziende che si sono apertamente schierate contro la criminalità organizzata.

Il patto antiracket rappresenta anche un invito alle aziende a denunciare le richieste di pizzo o usura. Secondo il prefetto di Caserta, Giuseppe Castaldo, è fondamentale che le imprese non si limitino a sfoghi telefonici, ma presentino formali denunce alle forze dell’ordine. Solo in questo modo potranno accedere ai fondi di solidarietà previsti dalla legge.

    L’esperienza di Napoli, dove il patto antiracket ha già avuto successo, è un esempio da seguire. Circa 40 aziende napoletane hanno aderito all’iniziativa e non hanno subito tentativi di estorsione da parte della camorra.

    I promotori del patto antiracket e i rappresentanti delle forze dell’ordine invitano le imprese edili di Caserta ad aderire all’iniziativa. Un gesto concreto per contrastare la criminalità organizzata e costruire un futuro più sicuro per il territorio.

    Ecco i punti chiave del patto antiracket:

    Le imprese aderenti si impegnano a denunciare immediatamente alle forze dell’ordine ogni tentativo di estorsione o usura.

    Viene affisso un cartello ben visibile fuori dai cantieri edili per scoraggiare gli estorsori.
    Le aziende che denunciano possono accedere ai fondi di solidarietà previsti dalla legge.
    L’esperienza di Napoli dimostra l’efficacia di questo strumento.

    L’adesione al patto antiracket è un atto di coraggio e di responsabilità da parte delle imprese. Un passo importante per liberare il settore edile dal giogo della criminalità organizzata e costruire un’economia più sana e trasparente.


    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Napoli, rissa spiaggia delle Monache. Autobus bloccati per la sosta selvaggia in via Posillipo

    Napoli. Giornata infernale quella trascorsa per cittadini e turisti...
    DALLA HOME

    Gasperini chiude al Napoli: “Sono legato all’Atalanta e lo sarò ancora”

    Gasperini: "Sono legato all'Atalanta e lo sarò ancora. Napoli? Farà una grande squadra". Gian Piero Gasperini ha confermato il suo legame con l'Atalanta dopo la vittoria per 3-0 contro il Torino. Il tecnico, accostato al Napoli nelle ultime settimane, ha ribadito la sua volontà di rimanere a Bergamo. Le parole di...

    ULTIME NOTIZIE

    TI POTREBBE INTERESSARE