L'EPISODIO

In moto sulla tangenziale di Napoli impennando, denunciato 26enne ucraino con patente falsa

SULLO STESSO ARGOMENTO

Nel corso della giornata di sabato, un insolito avvistamento ha attirato l’attenzione dei poliziotti della Sottosezione Polizia Stradale di Fuorigrotta lungo la Tangenziale di Napoli. Un individuo a bordo di uno scooter stava attraversando la tangenziale con la ruota anteriore sollevata dal manto stradale, una manovra pericolosa che ha immediatamente attirato l’attenzione degli agenti.

Di fronte a questa situazione, gli agenti hanno deciso di intervenire, fermando il conducente per un controllo approfondito. Ciò che hanno scoperto ha sollevato ulteriori preoccupazioni: il conducente era in possesso di una patente di guida rilasciata dall’Ucraina, ma con alcune caratteristiche grafiche sospette e imperfezioni di stampa che indicavano chiaramente la falsità del documento.

Come risultato di questa scoperta, il conducente, un cittadino ucraino di 26 anni, è stato denunciato per l’uso di un atto falso. Inoltre, sono state contestate alcune violazioni del Codice della Strada, tra cui la circolazione con un motociclo con targa polacca, l’utilizzo di un contratto di noleggio senza conducente con una durata superiore ai 30 giorni e la mancanza di registrazione al Registro Veicoli Esteri (RE.V.E.). Non solo, ma la pericolosa manovra di guidare con la ruota anteriore sollevata ha portato a ulteriori sanzioni.

Infine, il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo per 60 giorni, come misura precauzionale per garantire la sicurezza stradale e prevenire ulteriori infrazioni da parte del conducente. Questo episodio serve da monito sull’importanza del rispetto delle norme stradali e dell’uso corretto della documentazione di guida, al fine di garantire la sicurezza di tutti gli utenti della strada.



LIVE NEWS

Rivolta al Beccaria conclusa, nessun ferito

Rivolta al Beccaria conclusa: i detenuti del carcere minorile...
DALLA HOME

Rivolta al Beccaria conclusa, nessun ferito

Rivolta al Beccaria conclusa: i detenuti del carcere minorile di Milano sono rientrati nelle celle dopo gli scontri del pomeriggio. Non ci sono stati incendi all'interno dell'Istituto né tentativi di evasione da parte dei minori reclusi. Anche tra gli agenti di polizia penitenziaria e i poliziotti di Stato, intervenuti per...

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE