Traffico illecito di rifiuti: arrestati funzionario della Regione Campania e 14 imprenditori

SULLO STESSO ARGOMENTO

C’è anche un funzionario della Regione Campania tra i 16 arrestati nell’inchiesta congiunta di Dia e Noe sul traffico illecito di rifiuti tra Campania e Tunisia.

Le indagini sono partite da Polla, in provincia di Salerno, per poi coinvolgere i vertici della Regione Campania. Oltre ai funzionari coinvolti, diversi imprenditori del settore rifiuti sono stati posti in stato di fermo.

Sono stati sequestrati beni di almeno tre aziende attive nello stoccaggio di rifiuti. L’indagine ha preso avvio nel 2020, quando diversi carichi di rifiuti speciali, principalmente plastiche, sono stati spediti dal porto di Salerno verso la Tunisia.



    Attualmente, 16 misure cautelari sono state emesse e tre aziende sono state poste sotto sequestro. Le operazioni di polizia coinvolgono personale della Direzione Investigativa Antimafia e del Gruppo Carabinieri per la Tutela Ambientale e la Sicurezza Energetica di Napoli, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura di Potenza.

     Il porto di Salerno al centro del traffico illegale di rifiuti

    L’operazione contro il traffico illecito di rifiuti tra Italia e Tunisia è in corso nelle province di Napoli, Salerno, Potenza e Catanzaro, con la partecipazione di circa 80 unità tra Carabinieri del Reparto speciale e personale della Direzione Investigativa Antimafia.

     

     


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    La Giunta comunale ha dato il via libera ai lavori di messa in sicurezza di un settore delle gradinate della Curva B inferiore dello stadio Maradona. Questa decisione è stata presa in seguito al riscontro di alcuni avvallamenti dei gradoni, che hanno evidenziato la necessità di interventi urgenti. Il progetto...
    Il Giudice dell'Udienza Preliminare di Salerno ha emesso una condanna di due anni e dieci mesi di reclusione per Salvo Gregorio Mirarchi, 32 anni di Montepaone. Mirarchi è stato ritenuto responsabile delle minacce di morte contenute in una lettera inviata nel gennaio del 2023 alla Procura della Repubblica di Catanzaro,...
    Il Barcellona non accetta la sconfitta nel "Clasico" contro il Real Madrid e si prepara a chiedere la ripetizione della partita persa ieri per 3-2. La decisione è stata presa in seguito al controverso gol fantasma di Lamine Yamal, un episodio che potrebbe aver cambiato le sorti del match. Il...
    Il Napoli, tra un risultato deludente e l'altro, ha ripreso oggi nel pomeriggio gli allenamenti presso l'SSCN Konami Training Center di Castel Volturno in preparazione del prossimo match di campionato contro la Roma, in programma domenica allo Stadio Maradona alle 18:00. I giocatori si sono concentrati sul campo 2, iniziando...

    IN PRIMO PIANO