Bimbo di 5 anni picchiato e frustato con cavi elettrici

SULLO STESSO ARGOMENTO

Catania – Dopo la segnalazione della preside della scuola frequentata dal bambino, la polizia ha avviato un’inchiesta che ha portato all’arresto della madre 28enne e della zia 23enne del piccolo, entrambe di nazionalità nigeriana. Le due donne sono attualmente in custodia cautelare dopo l’approvazione da parte del giudice.

Le accuse ipotizzate nei confronti delle donne sono per maltrattamenti e lesioni personali pluriaggravate. Le indagini della Polizia sono state avviate dopo la denuncia della dirigente scolastica, che ha parlato di un bambino di 5 anni con segni evidenti di frustate sulla schiena e sulle gambe.

Il bambino è stato trasportato in ospedale e ha ricevuto cure per le ferite riportate, con una prognosi di 15 giorni. I medici hanno riscontrato numerose escoriazioni e lesioni profonde, come segni evidenti di violenza perpetrate nei confronti del bambino.



    Secondo la ricostruzione della Procura, i segni di violenza sarebbero stati inflitti dalla zia del bambino con cavi elettrici a causa di banali capricci e monellerie attribuite al minorenne. Le sevizie sarebbero avvenute anche alla presenza della madre, che non avrebbe fatto nulla per evitarle o segnalarle alle autorità competenti.

    Il racconto del bambino ai medici e agli agenti della polizia ha portato all’arresto delle due donne, entrambe con regolare permesso di soggiorno. Le indagini hanno evidenziato segni di violenza evidenti, con numerose escoriazioni e lesioni pregresse diffuse sul suo corpo.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    La Giunta comunale ha dato il via libera ai lavori di messa in sicurezza di un settore delle gradinate della Curva B inferiore dello stadio Maradona. Questa decisione è stata presa in seguito al riscontro di alcuni avvallamenti dei gradoni, che hanno evidenziato la necessità di interventi urgenti. Il progetto...
    Il Giudice dell'Udienza Preliminare di Salerno ha emesso una condanna di due anni e dieci mesi di reclusione per Salvo Gregorio Mirarchi, 32 anni di Montepaone. Mirarchi è stato ritenuto responsabile delle minacce di morte contenute in una lettera inviata nel gennaio del 2023 alla Procura della Repubblica di Catanzaro,...
    Il Barcellona non accetta la sconfitta nel "Clasico" contro il Real Madrid e si prepara a chiedere la ripetizione della partita persa ieri per 3-2. La decisione è stata presa in seguito al controverso gol fantasma di Lamine Yamal, un episodio che potrebbe aver cambiato le sorti del match. Il...
    Il Napoli, tra un risultato deludente e l'altro, ha ripreso oggi nel pomeriggio gli allenamenti presso l'SSCN Konami Training Center di Castel Volturno in preparazione del prossimo match di campionato contro la Roma, in programma domenica allo Stadio Maradona alle 18:00. I giocatori si sono concentrati sul campo 2, iniziando...

    IN PRIMO PIANO