Sequestro La Sonrisa previsto per domani corteo dei dipendenti

SULLO STESSO ARGOMENTO

I dipendenti del Grand Hotel La Sonrisa stanno affrontando una situazione di incertezza riguardo al proprio futuro occupazionale, dopo la sentenza di confisca definitiva emessa dalla Cassazione. In risposta a questa situazione, i lavoratori si sono mobilitati e hanno lanciato un appello attraverso i social media per ottenere supporto e rassicurazioni circa il loro futuro.

Il futuro occupazionale dei circa 150 dipendenti del Grand Hotel La Sonrisa è in forte dubbio a causa della sentenza di confisca definitiva emessa dalla Cassazione. I lavoratori – chef, maitre, addetti di sala, camerieri ecc. – hanno lanciato un accorato appello attraverso i social media, chiedendo il supporto della comunità per continuare a svolgere il proprio lavoro e ottenere rassicurazioni riguardo al loro futuro.

I lavoratori hanno lanciato un video attraverso i social media, chiedendo il supporto della comunità e annunciando una mobilitazione prevista per il giorno successivo. Un corteo pacifico partirà dal Castello delle Cerimonie, sede del Grand Hotel La Sonrisa, per raggiungere il municipio di Sant’Antonio Abate. La speranza è quella di essere ricevuti dalla sindaca Ilaria Abagnale, che non è riuscita a incontrarli in precedenza a causa di altri impegni.



    La soluzione alla situazione dei dipendenti non è semplice, in quanto il Comune deve formalmente acquisire la struttura dopo la sentenza di confisca definitiva. In seguito, ci sono solo due alternative: l’abbattimento della struttura o il suo riutilizzo a scopi sociali. Nel secondo caso, si deve trovare una soluzione che consenta di salvaguardare i circa 150 lavoratori, un’impresa giuridico-amministrativa non da poco.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    La Giunta comunale ha dato il via libera ai lavori di messa in sicurezza di un settore delle gradinate della Curva B inferiore dello stadio Maradona. Questa decisione è stata presa in seguito al riscontro di alcuni avvallamenti dei gradoni, che hanno evidenziato la necessità di interventi urgenti. Il progetto...
    Il Giudice dell'Udienza Preliminare di Salerno ha emesso una condanna di due anni e dieci mesi di reclusione per Salvo Gregorio Mirarchi, 32 anni di Montepaone. Mirarchi è stato ritenuto responsabile delle minacce di morte contenute in una lettera inviata nel gennaio del 2023 alla Procura della Repubblica di Catanzaro,...
    Il Barcellona non accetta la sconfitta nel "Clasico" contro il Real Madrid e si prepara a chiedere la ripetizione della partita persa ieri per 3-2. La decisione è stata presa in seguito al controverso gol fantasma di Lamine Yamal, un episodio che potrebbe aver cambiato le sorti del match. Il...
    Il Napoli, tra un risultato deludente e l'altro, ha ripreso oggi nel pomeriggio gli allenamenti presso l'SSCN Konami Training Center di Castel Volturno in preparazione del prossimo match di campionato contro la Roma, in programma domenica allo Stadio Maradona alle 18:00. I giocatori si sono concentrati sul campo 2, iniziando...

    IN PRIMO PIANO