Napoli, il maestro Di Virgilio fa graffi rossi su volti del presepe per ricordare Giulia

SULLO STESSO ARGOMENTO

No alla violenza sulle donne. Anche San Gregorio Armeno, strada dei presepi di Napoli particolarmente affollata, vuole partecipare alla campagna dedicando una Natività dove tutti i pastori, compresa la Sacra Famiglia e gli angeli, hanno sul volto il graffio rosso divenuto simbolo della lotta.

“Non poteva che essere dedicato a Giulia ed alla tragedia delle donne vittime di violenza il presepe di quest’anno. Con questo segno rosso sul volto dei miei pastori ci ricorderemo di Giulia anche in questi giorni di festa”: sotto la Natività l’artigiano del presepe Genny Di Virgilio ha ribadito l’appello scrivendo su un piccolo cartoncino ‘Mai più’.




LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui


LEGGI ANCHE

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE