De Luca: “Per il problema sicurezza a Caivano deve intervenire il governo”

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Nel comprensorio di Caivano, con i quattro Comuni coinvolti, sono previsti 2.000 bonus per bambini nella fascia 6-15 anni. È un altro contributo importante, non propagandistico, che si aggiunge all’apertura delle scuola il pomeriggio e la sera, ai campetti sportivi”. Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, a margine di una conferenza stampa a palazzo Santa Lucia in cui si è presentata l’attività sportiva gratuita per i minori messa in campo dalla Regione Campania.

Sempre a Caivano, aggiunge, “presenteremo, credo in settimana, uno sportello lavoro della Regione nella zona Asi. Poi facciamo un secondo tipo di attività più sociale, di accoglienza per i bambini. Faremo un secondo progetto di formazione professionale biennale e triennale d’intesa anche con alcune associazioni religiose che già hanno analoghe attività nel territorio del Comune di Napoli e quindi cercheremo di costruire una rete rivolta alle famiglie e ai ragazzi”.

De Luca rimarca: “Stiamo mettendo in campo tutto quello che è possibile e necessario fare dal nostro punto di vista. Rimane ovviamente il problema dell’ordine pubblico, della camorra, ma non sarà mai superfluo ribadire che questo è un problema che riguarda il ministero dell’Interno e il governo nazionale cioé i carabinieri, la guardia di finanza, la polizia, la magistratura, non riguarda le istituzioni territoriali. Noi intanto diamo una risposta di grande dignità e di grande concretezza rispetto a qualche emergenza emersa in questi mesi”.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Napoli, arrestato il complice del rapinatore che ferì l’ingegnere

Napoli. E' stato arrestato anche il secondo rapinatore che la sera del 29 marzo 2023 partecipò al tentato omicidio di un ingegnere che stava...

Napoli, tragedia di San Giovanni a Teduccio, raccolta fondi on line per i figli rimasti orfani

È partita una raccolta fondi organizzata da Antonio Molisso sulla piattaforma  GoFundMe per aiutare i figli della coppia di san Giovanni a Teduccio morta...

Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE