Pozzuoli, la preghiera del vescovo per i Campi Flegrei: ‘Dio ci sostenga’

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Come credenti in Cristo sentiamo di poter chiedere al Signore di sostenerci in questo tempo della prova dove tutto sembra essere precario”.

E’ la preghiera del vescovo di Pozzuoli, don Carlo Villano, che ha inviato una lettera agli abitanti del territorio flegreo, “per esprimere la personale vicinanza in questo tempo difficile dovuto all’attività sismica in atto, assicurando anche il sostegno di tutte le parrocchie, che hanno le loro “porte” aperte per ascoltare e accompagnare tutti”.

“Carissimi fratelli e sorelle della nostra amata terra flegrea – scrive il vescovo – sento in questi giorni così particolari l’esigenza di comunicare con voi quanto mi sta a cuore per il tempo che stiamo vivendo.

    Da qualche giorno, ormai, assistiamo all’intensificarsi di queste scosse legate al bradisismo, in un territorio come il nostro così ricco di storia, di cultura, di bellezza, ma che si rivela altrettanto fragile e causa di paura e insicurezza per coloro che lo vivono.

    Comprendo il vostro stato d’animo, la paura e l’insicurezza dell’oggi e del domani dei vostri figli: a tutti voi voglio esprimere la mia personale vicinanza e quella di tutta quanta la Chiesa di Pozzuoli con i suoi pastori”.

    “Sentiamo – aggiunge nella lettera – di stare accanto a voi, condividendo le vostre stesse ansie e le vostre stesse preoccupazioni; cogliamo in questi eventi la possibilità di prenderci per mano, di sostenerci, di infondere coraggio reciproco; insieme possiamo farcela, insieme possiamo affrontare al meglio questo tempo che sta segnando in profondità le nostre vite, le nostre giornate”.

    “Carissime sorelle e fratelli, la Chiesa puteolana vive e cammina insieme con voi; con voi condividiamo ansie e difficoltà. I parroci, i sacerdoti della nostra Chiesa sapranno accogliere il vostro grido di dolore e sostenervi nelle difficoltà quotidiane; tutti siamo chiamati ad essere testimoni di prossimità, tutti siamo chiamati ad essere esperti in umanità.

    Sentiamo, in questo tempo così fortemente caratterizzato dalla parola Sinodo, di dover dire che nessuno sarà lasciato da solo. Le porte delle nostre Chiese sono aperte per dire a tutti che la Chiesa è casa di tutti e per tutti: ciascuno si senta accolto, ascoltato ed accompagnato.

    Come credenti in Cristo sentiamo di poter chiedere al Signore di sostenerci in questo tempo della prova dove tutto sembra essere precario: nella speranza che queste scosse abbiano vita breve e possiamo tornare a vivere giorni più sereni nella nostra casa comune. A tutti – conclude don Carlo Villano – assicuro la mia personale vicinanza con tutta la Chiesa di Pozzuoli”.



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Gianfranco Gallo presenta il documentario “Il Fuoco nella Balena… i devoti dello Spartak San Gennaro”

    Gianfranco Gallo presenta il documentario "Il Fuoco nella Balena... i devoti dello Spartak San Gennaro". L’attore, ripercorrendo le orme tracciate da Eduardo De Filippo che sosteneva i giovanissimi meno abbienti del centro storico di Napoli, è da anni impegnato a sostenere la squadra di calcio popolare del quartiere Montesanto. La...

    Mercato auto in Campania, inizio 2024 positivo 

    Per il mercato auto in Campania il 2023 si era chiuso con un segno fortemente positivo in termini di vendite (+ 11,4%), ponendo seri dubbi sulla sostenibilità di tale trend anche nel corso del 2024. Ebbene, i timori sono stati facilmente smentiti da una buona partenza del nuovo anno, con...

    CRONACA NAPOLI