SERIE A

Il Milan torna a vincere: Leao stende il Verona

SULLO STESSO ARGOMENTO

Dopo il brutto ko nel derby e il pari all’esordio in Champions League contro il Newcastle il Milan torna a vincere prendendosi momentaneamente la vetta della classifica insieme all’Inter, che sarà in campo domani a Empoli. Rossoneri avanti dopo 8′ con Leao, a segno per la terza volta di fila in campionato, mandato in porta da Giroud: il portoghese segna e corre ad abbracciare il tecnico Pioli in panchina.

Verona vicino al pari con Folorunsho, ma Sportiello è super sul suo colpo di testa. Nella ripresa infortunio per Krunic ed esordio in A per il 2005 rossonero Bartesaghi. La partita comincia con mezzora di ritardo a causa del violento acquazzone, con tanto di grandinata, che si è abbattuto su San Siro durante il riscaldamento dei giocatori.

Il Milan, senza quattro titolari e schierato con la difesa a tre, sfrutta l’unica leggerezza difensiva degli ospiti di tutto il primo tempo e sblocca dopo 8′: Folorunsho si fa soffiare palla a centrocampo, il portoghese ha una prateria e la sfrutta nel migliore dei modi. I rossoneri provano a gestire, abbassando i ritmi e controllando per larghi tratti il possesso, ma concedono un’occasione proprio a Folorunsho, che prova a farsi perdonare: Sportiello si fa trovare pronto e respinge il colpo di testa ravvicinato.

Ai padroni di casa manca un po’ di lucidità: i tanti impegni cominciano a farsi sentire, così Baroni capisce che è il momento di osare. Entra subito Bonazzoli, che crea qualche grattacapo alla difesa comandata da Kjaer.

Fino al 60′ sono gli scaligeri a provarci con continuità, anche se Sportiello non deve mai compiere interventi particolari, poi ci pensa Leao, con un paio di accelerazioni, a far guadagnare metri al Milan, che però perde Krunic per un problema muscolare. Con il passare dei minuti aumentano gli spazi per i ragazzi di Pioli: ci provano Pulisic e Musah ed è bravissimo Montipò a tenere a galla i suoi.

Nel finale c’è anche l’esordio del giovane Bartesaghi, mentre Baroni prova a giocarsi la carta Djuric per sfruttare le mischie in area di rigore. Non bastano però sei minuti di recupero: torna al successo il Milan e Pioli festeggia nel migliore dei modi le 150 panchine in rossonero.



Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

telegram

LIVE NEWS

Sarri e il saltato trasferimento al Milan: “Senza il no di Berlusconi non sarei mai andato al Napoli”

Maurizio Sarri, nel corso di un evento elettorale per l'elezione del sindaco del suo paese, Matassino, in Toscana, ha espresso parole di profonda stima nei confronti di Arrigo Sacchi e raccontato un aneddoto sul suo passato, di quando sarebbe dovuto andare al Milan nel periodo che lo portò poi...

Conte, riattivati i contatti con Milan e Napoli: a breve la scelta

Antonio Conte è al centro di un vortice di speculazioni e indiscrezioni che coinvolgono alcuni dei più grandi club d'Italia. Napoli e Milan si contendono l'attenzione del carismatico tecnico, il cui futuro è oggetto di fervide discussioni. Nonostante Conte si mostri disponibile e aperto a nuove opportunità, fonti ufficiali...

CRONACA NAPOLI