De Luca e la domanda sulla Viennetta Algida ai test di accesso a medicina

SULLO STESSO ARGOMENTO

Continua la battaglia del governatore della Campania, Vincenzo De Luca, contro i test di accesso alla facoltà di medicina.

E come già da qualche settimana, nel corso della diretta Fb del venerdì legge alcuni test che sono capitati ai candidati. “Mi arrivano lettere e segnalazioni da parte dei cittadini – spiega – tra le domande dei test me ne riferiscono una su chi ha inventato la Viennetta dell’Algida e un’altra su cosa è la grattachecca”.

Non solo, cita anche un altro test. “Un padre di tre figli mi segnala tra i test questo: quale di queste parole non ha nulla in comune con le altre? Ci sono cinque parole: sfoggiare, depennare, castità provare, cromare.

    La risposta esatta è provare perché provare è l’unica parola che non contiene il nome di una città – sottolinea – Io darei a chi ha preparato questo test venti anni di carcere subito o meglio ancora lo sottoporrei al programma rieducativo che viene adoperato dalla polizia municipale di Singapore che ha in dotazione una frusta di bambù e la utilizza contro chi viola le regole stradali. Ecco venti frustrate di bambù sul groppone e si fa una opera di bene ” Poi un invito “a tutti i nostri concittadini ad esprimere il proprio disprezzo per tutte le forze che non si impegnassero da subito a cancellare il numero chiuso alla facoltà di medicina.

    La selezione è indispensabile ma bisogna farla sulle materie sanitarie e non su test demenziali e non costringendo ai margini i ragazzi che vengono da famiglie di povera gente”.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

    Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

    “Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

    "Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

    Napoli, tragedia di San Giovanni a Teduccio, raccolta fondi on line per i figli rimasti orfani

    È partita una raccolta fondi organizzata da Antonio Molisso sulla piattaforma  GoFundMe per aiutare i figli della coppia di san Giovanni a Teduccio morta...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE