Napoli, Angela muore a 25 anni per un tumore raro, famiglia raccoglie fondi

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Posso farcela, devo farcela, ho paura ma voglio vincere”. Scriveva così in una sua poesia Angela Cuomo, tre anni prima che morisse, a soli 25 anni.

E’ il 6 settembre 2016, quando le viene diagnosticata una forma rarissima di tumore. Malattia che combatte per 3 lunghissimi anni. Anni fatti di interventi chirurgici, di terapie dolorose, di tanta paura.

Fondamentale nella sua vita la presenza della famiglia e di una dottoressa che le è vicina fino alla fine, Margaret Ottaviano, all’epoca giovane specializzanda, ora oncologa dell’Istituto dei tumori di Napoli.



    Amava scrivere Angela e l’ultimo giorno, quando ha capito che per lei non ce ne sarebbero stati altri, ha confidato ai fratelli e alla madre la password del suo cellulare perché vi trovassero dentro i suoi scritti. Scritti che la famiglia ha deciso di non lasciare secretati in una sim.

    E’ così che è nato il libro ‘La Perla’ e poi un’associazione onlus che porta il suo nome nata per sostenere progetti a favore dei soggetti con patologie oncologiche e dei loro familiari ed è stato bandito anche un premio letterario.

    Da qui una raccolta fondi per aiutare giovani oncologi, come la sua dottoressa Margaret Ottaviano, nel difficile compito di portare avanti la ricerca e far così che ad altri non tocchi la sua stessa sorte di “non farcela”. La prima raccolta fondi è stata consegnata simbolicamente nelle mani del direttore generale del Pascale, Attilio Bianchi, e del direttore sanitario, Maurizio di Mauro.

    A consegnare l’assegno la mamma e i due fratelli di Angela che hanno lasciato nell’Istituto anche alcune copie del libro La Perla. “Voglio esprimere la mia più profonda gratitudine – dice il direttore generale dell’Irccs, Attilio Bianchi – a questa famiglia che anche nella disgrazia di aver perso un congiunto tanto giovane ci ha riconosciuto l’impegno e la dedizione con cui trattiamo i nostri pazienti”.

    “Gesti come questi – aggiunge il direttore sanitario di Mauro – ci invitano a proseguire nella nostra mission con sempre maggiore impegno”


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Palazzo Reale di Napoli si prepara ai ponti di primavera e alla grande affluenza turistica in città organizzando una serie di aperture straordinarie e di iniziative per implementare l’offerta culturale al pubblico. Sabato 20 torna l’iniziativa Il sabato dei depositi, aperture straordinarie del terzo sabato del mese, con una visita...
    L’iniziativa si aggiunge alle altre date simboliche per il Paese: 4 novembre e 2 giugno
    “Maria Calì, ancora negli ultimi mesi, ricordava con molta nostalgia gli anni fecondi trascorsi al Suor Orsola, un contesto nel quale aveva trovato stimoli rilevanti per la sua produzione scientifica e aveva proficuamente lavorato nel forgiare una nuova generazione di storici dell’arte che ne hanno particolarmente apprezzato il rigore...
    La danza contemporanea “invade” la città di Napoli con DANCE PARADE!, un evento unico nel suo genere organizzato in occasione della Giornata Internazionale della Danza, istituita dall’International Dance Council dell’UNESCO nel 1982. Domenica 28 aprile le piazze della città di Napoli saranno attraversate da cinque performance curate da Körper |...

    IN PRIMO PIANO